Cassidy Hubbarth è stata per molto tempo una conduttrice ma desiderava avere l’azione di prima mano. Pertanto, quando Tim Corrigan le ha affidato il ruolo di cronista di bordo, sapeva di dover andare oltre le sue aspettative. Non ha deluso, e da allora la sua stella è in ascesa. La sua esperienza, tuttavia, non si limita solo al giornalismo sportivo, una volta era una cronista del traffico, ma essendo l’NBA la sua passione, Cassidy ha sempre gravitato verso il basket. Da bambina giocava a tutti gli sport tranne l’hockey. Ecco qualcosa in più su Cassidy che probabilmente non conoscete.

Le sue scarpe da ginnastica preferite

Le Bred 11 erano scarpe di moda durante l’infanzia di Cassidy, ma lei non se le poteva permettere. Ora che ha i soldi per comprarle, le tratta con così tanta considerazione che non la si vedrà mai andare in giro con queste scarpe; invece, le riserva come parte di un vestito. Di conseguenza, dato che non poteva indossare tacchi a spillo durante la Summer League, le sue Bred 11 erano l’opzione migliore.

I suoi pensieri sull’uso di Twitter

Sono state pubblicate molte cose su Twitter, a volte a scapito della carriera di una persona; per esempio, Danny Baker, un giornalista, ha twittato sul bambino reale Archie usando una foto di scimpanzé, ed è stato ritenuto razzista, quindi è stato licenziato. Cassidy sa il peso che ogni tweet può avere su di lei, quindi sta attenta. Il conduttore dice che il suo lavoro è quello di essere un reporter, non una personalità dei social media; quindi, prima di postare qualsiasi cosa, deve assicurarsi che sia accurata, e può sostenerla se necessario.

Viene da un ambiente umile

Cassidy non proviene da una famiglia ricca; quindi, anche se sapeva che voleva fare giornalismo radiofonico, si chiedeva se avrebbe potuto realizzare il suo sogno. Con la mancanza di forza finanziaria per permettersi le tasse universitarie, Cassidy ha fatto affidamento sulle borse di studio per andare all’Università dell’Illinois. Tuttavia, la Northwestern aveva un programma di giornalismo molto migliore, quindi Cassidy voleva trasferirsi lì. Ad oggi, non sa come i suoi genitori siano riusciti a portarla alla Northwestern; tutto quello che sa è che ha fatto domanda, è stata accettata e, nel giro di tre anni, si è laureata.

La sua idea di divertimento

Nel 2017, Cassidy ha detto a Sports Business Daily di essere a New York da oltre sette anni ma di aver scavato appena la superficie di ciò che la città ha da offrire. Ha confessato quanto le piace andare nei musei, e anche se ama il teatro, sentiva di non passare tanto tempo a guardare spettacoli come dovrebbe. Tuttavia, compensa con la visita ai ristoranti, perché mentre altri preferirebbero andare in giro per locali, Cassidy pensa che il modo migliore per passare una serata sia avere un’ottima compagnia condividendo un pasto.

Come è arrivata ad amare il football universitario

Quando Cassidy era giovane, l’NBA era il suo primo amore, e rimane il suo cuore e la sua anima. Tuttavia, professionalmente, ama il football universitario, ma le ci è voluto un po’ per apprezzarlo. Alla Northwestern, non c’era una competizione feroce, quindi mancava il brivido. Quando ha ottenuto un lavoro alla Fox Sports che copriva il football della SEC, la descrizione del suo lavoro prevedeva che Cassidy visitasse diverse scuole della SEC durante il fine settimana, e vedere quanto tutti gli altri fossero entusiasti di guardare la partita ha fatto capire a Cassidy che si era persa qualcosa.

I suoi posti preferiti per mangiare la pizza

A Chicago, Cassidy non ne ha mai abbastanza della pizza stile New Haven, che lei descrive come una “bomba”. Perciò, ogni volta che può averne una fetta, se la gode appieno. Peace serve la migliore pizza in stile New Haven secondo Cassidy, ma se deve mangiare una pizza con la pasta, allora Gino’s East è al primo posto. Lei sa che per la maggior parte delle persone, dovrebbero scegliere Lou Malnati’s o Giordano’s, ma per Cassidy, questi due vengono rispettivamente al secondo e quarto posto.

Ha incontrato suo marito sul posto di lavoro

Tutto accade per una ragione, e quando Cassidy ha dovuto lavorare alla Kellogg School of Management alla Northwestern per pagarsi gli studi, ha incontrato l’uomo che sarebbe diventato suo marito. Non parla molto della sua famiglia o del marito, ma lui era uno studente dell’università. I due si sono sposati, e nel 2018, lei era incinta del suo primo figlio. È andata su Instagram per ricordare come ha dovuto lavorare nella calura estiva mentre era in attesa, e ora che il bambino è qui, non vede l’ora di fare altri ricordi speciali con lei.

La sua prima volta a lavorare su una storia in via di sviluppo

Cassidy si vanta di tante pietre miliari della sua carriera, ma non è stato fino a quando è successa una tragedia che ha potuto dire di aver coperto una storia in via di sviluppo. La giornalista si aspettava che il 26 gennaio 2020 fosse un giorno come un altro; si stava preparando per uscire di casa e andare allo studio della rete quando ha ricevuto la notizia che Kobe Bryant era morto in un incidente aereo. Mentre sperava che fosse una notizia falsa, suo marito la incoraggiò a cogliere l’opportunità. Con la sua mancanza di esperienza, ha dovuto chiamare Bob Ley per aiutarla a navigare attraverso le notizie.

Chi l’ha ispirata a diventare una conduttrice sportiva?

La conduttrice sportiva amava guardare le partite di basket, e tifava per i Bulls, Cubs e Bears, secondo la Capital Gazette. Tuttavia, il suo interesse per il gioco è sempre stato come spettatore fino a quando ha visto Pam Oliver come reporter da bordo campo e si è resa conto che poteva arrivare a guardare il gioco e interagire con i giocatori pure. Quel momento le ha cambiato la vita, quando si è resa conto che una carriera come conduttrice sportiva faceva al caso suo.

Il suo consiglio per chi vuole entrare nell’industria

La conduttrice sportiva può essere un’industria dominata dagli uomini, ma con rispetto, Cassidy crede che anche le donne possano farcela. Lei opina che se uno può rispettare che è un’industria come qualsiasi altra e il sacrificio, allora si può ritagliare per se stessi una carriera prospera. Aggiunge che bisogna essere professionali indipendentemente dalla storia che si racconta e sforzarsi sempre di essere autentici.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.