Inventare l’aereo
di Kate Reuther

I fratelli Wright furono i primi a inventare un aereo funzionante.

Cento anni fa, la maggior parte delle persone pensava che gli esseri umani non avrebbero mai volato. Come si poteva volare senza ali? L’intera idea di volare sembrava folle e pericolosa. Eppure un nuovo secolo stava nascendo e con esso un nuovo mondo pieno di nuove scoperte. Era un’epoca in cui tutti cercavano di rompere i vecchi limiti e confini. Così molti inventori, tra cui Orville e Wilbur Wright, cercarono di inventare una macchina volante.

La maggior parte degli inventori di aeroplani dell’epoca erano impulsivi e disorganizzati; pensavano a un’idea, costruivano un aereo il più velocemente possibile e poi cercavano di farlo volare il prima possibile. Alcuni provarono a legarsi le ali alle braccia. Altri inventori crearono aerei che sembravano giganteschi ombrelli rimbalzanti. Come si può probabilmente intuire, la maggior parte di questi aerei si schiantava immediatamente. Gli inventori portavano a casa il loro aereo rotto, senza avere idea del perché non funzionasse.

I fratelli Wright erano inventori molto più scientifici e metodici. Credevano nel testare le loro idee in versioni più piccole o più sicure prima di costruire un aereo vero e proprio. Gli scienziati di oggi, come i fratelli Wright, non si limitano a costruire cose e vedere cosa succede; fanno osservazioni, poi formulano un’ipotesi o un’ipotesi, e poi fanno altri test per vedere se la loro ipotesi è corretta. Questo è noto come “metodo scientifico”. Per esempio, i fratelli Wright costruirono una galleria del vento per confrontare le idee sulla forma delle ali. Attaccando un vecchio ventilatore da negozio a una scatola di legno lunga due metri, potevano soffiare “vento” su centinaia di ali diverse in miniatura e misurare con una bilancia esattamente quanta portanza produceva ogni ala. I fratelli Wright hanno anche fatto volare innumerevoli aquiloni e alianti senza motore per testare i loro progetti. Studiarono il modo in cui gli uccelli si muovono nell’aria e cercarono di duplicarlo con i loro modelli. Nel corso di tutti i loro esperimenti, Orville e Wilbur presero accurati appunti e misure per poter analizzare cosa funzionava e cosa no.

Una prima fotografia dei fratelli Wright che lavorano insieme nel loro negozio di biciclette.

Alla fine, i fratelli Wright si sentirono pronti per testare i loro aerei, ma dovevano trovare il posto giusto. Scrissero per chiedere aiuto all’Ufficio Meteorologico degli Stati Uniti, che disse loro che Kitty Hawk, nella Carolina del Nord, sarebbe stato un luogo perfetto per i test a causa dei suoi venti forti, del suo terreno collinare e delle sue dune sabbiose (in caso di atterraggi di fortuna). Nel 1900, 1901 e 1902, Orville e Wilbur testarono alianti sempre più grandi ed efficaci. Un aliante è come un aereo, tranne che non ha un motore e dipende dal vento per spingerlo. Sulla base dei loro risultati, aggiunsero al loro progetto una coda mobile, due eliche, fili per l’avvolgimento delle ali (per il pilotaggio), e un motore a benzina.

Finalmente il 17 dicembre 1903, Orville e Wilbur assemblarono il loro aereo più ambizioso, soprannominato “Flyer I”, sulla sabbia di Kitty Hawk. Il Flyer I pesava più di 600 libbre e aveva un’impressionante apertura alare di 40 piedi. Con l’arrivo dell’inverno, i fratelli Wright sapevano che dovevano fare bene questo test, altrimenti avrebbero dovuto aspettare molti, molti mesi di cattivo tempo prima di poter riprovare. I fratelli lanciarono una moneta per vedere chi sarebbe stato il primo pilota. Orville vinse. Con suo fratello ai comandi, Wilbur spinse l’aereo giù per la breve rampa di legno e si alzò in volo. Flyer I rimase in volo per dodici secondi e percorse solo 120 piedi, ma Orville e Wilbur erano estasiati. Il loro aereo funzionava davvero! Alla fine della giornata, entrambi i fratelli avevano fatto dei voli di successo, con Wilbur che copriva un record di 852 piedi in 59 secondi. I fratelli Wright lasciarono Kitty Hawk quel giorno avendo fatto l’impossibile.

Una delle poche fotografie del primo volo di Orville il 17 dicembre 1903.

Tuttavia, i fratelli Wright non erano soddisfatti del Flyer I. Tornarono al loro negozio e nei due anni successivi costruirono il Flyer II e poi il Flyer III, che si dimostrò un aereo molto più affidabile del Flyer originale. Il 5 ottobre 1905, Wilbur stabilì un record di resistenza nel Flyer III, volando oltre 34 miglia in 38 minuti. Nel 1909, i fratelli Wright formarono l’American Wright Company per produrre aeroplani per l’esercito americano. I fratelli continuarono a sperimentare e modificare il loro progetto fino al 1912, quando Wilbur morì di febbre tifoidea.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.