Uno dei più grandi filosofi che siano mai vissuti sulla Terra fu Platone. Le sue opere hanno pesantemente influenzato la cultura occidentale.

Tutti i suoi scritti si sono concentrati su una vasta gamma di argomenti tra cui la filosofia del linguaggio, l’epistemologia, la cosmologia, la teologia, le discussioni sull’estetica, la bellezza, la giustizia, l’uguaglianza, e sì, la filosofia politica.

Qualunque informazione che abbiamo oggi su questo grande filosofo proviene da storici che in qualche modo sono riusciti ad arrivare ad una costruzione dettagliata della sua vita dalle sue opere.

Il problema è stato quello della mancanza di fonti primarie e affidabili per fornire un resoconto della sua vita. Non pretendiamo alcuna autenticità su ciò che scriviamo qui su di lui.

Queste informazioni possono benissimo essere contestate da alcuni storici che possono avere qualcosa di diverso da raccontare su di lui. Quindi, ecco 27 fatti interessanti su di lui che potreste trovare interessanti nel caso in cui vi capitasse di amare la lettura di personaggi famosi.

Fatti interessanti su Platone: 1-5

1. Era un filosofo greco antico, nato intorno al 428 a.C.

2. Morì intorno al 348 a.C. nella città di Atene

3. Socrate (ancora un altro grande filosofo) fu il suo maestro e lui fu a sua volta, maestro di un altro grande filosofo chiamato Aristotele.

4. Come menzionato nei paragrafi iniziali, tutto su questo grande filosofo viene dagli storici classici e dagli scritti contemporanei. Quindi, c’è effettivamente un dibattito sul suo anno di nascita. Gli storici moderni credono che sia nato tra il 424 e il 423 a.C.

5. Ariston era il nome di suo padre. Ariston discendeva direttamente dai re di Messeina e Atene.

Fatti interessanti su Platone: 6-10

6. Anche sua madre, Perictione, si crede sia una discendente di un aristocratico chiamato Solone. Secondo gli storici, Solone era uno statista greco del VI secolo a.C.

7. Secondo alcuni storici, Platone era in realtà il suo soprannome e che il suo vero nome era Aristocle.

8. Aristocle era il nome del nonno di Platone e alcuni storici suggeriscono che Platone era il nipote maggiore di Aristocle e che era consuetudine in Grecia al tempo di Platone chiamare il figlio maggiore della famiglia come suo nonno. Gli storici non sono molto d’accordo su questo. Alcuni sostengono che non ci sono prove definitive che Platone fosse il figlio maggiore della sua famiglia.

9. Se propendiamo per credere che Platone fosse solo un soprannome, ha un certo senso perché ‘Platone’ significava effettivamente qualcuno che ha una corporatura ampia e forte. Platone infatti aveva una struttura corporea molto ampia.

10. Poiché apparteneva ad una famiglia aristocratica, ricevette la sua educazione da alcuni dei migliori educatori che erano presenti ad Atene a quel tempo.

Fatti interessanti sul filosofo: 11-15

11. Durante la sua educazione, probabilmente gli furono insegnate le dottrine di Parmenide, Pitagora e Cratilo. Queste dottrine probabilmente lo modellarono e posero le basi per il suo studio dell’epistemologia (che è in realtà ‘studio della conoscenza’) e della metafisica (‘studio della natura’).

12. Sua madre sposò suo zio dopo la morte del padre. Gli storici credono che avesse una sorella, due fratelli e un fratellastro, ma non sono sicuri se fosse il figlio maggiore della famiglia o meno.

13. Quando era giovane, incontrò Socrate e fu così tanto influenzato da lui che Platone divenne presto uno stretto collaboratore di Socrate.

14. Durante la guerra del Peloponneso in cui Sparta sconfisse Atene, servì come soldato tra il 409 e il 404 a.C..

15. Dopo la guerra del Peloponneso, l’oligarchia fu stabilita ad Atene, ma presto fu ristabilita la democrazia. Fu allora che considerò di entrare in politica, ma nel 399 a.C., Socrate fu giustiziato e questo gli lasciò una pessima impressione sulla politica. Decise allora di abbandonare l’idea di entrare in politica e invece si dedicò alla filosofia.

Fatti interessanti di Platone: 16-27

16. Viaggiò attraverso la regione mediterranea per 12 anni dopo che il suo maestro Socrate fu giustiziato. Durante questi 12 anni, imparò astronomia, geologia, geometria, matematica e religione.

17. Fu durante o subito dopo i suoi 12 anni di viaggio, che iniziò a scrivere ampiamente, che si divide in tre periodi distinti. Nel primo periodo, cercò di diffondere gli insegnamenti di Socrate attraverso i suoi scritti.

18. Nel periodo medio scrisse le sue idee di saggezza, coraggio, giustizia e le idee di moderazione della società e degli individui.

19. Nel tardo periodo, tolse l’attenzione principale da Socrate ed esplorò le proprie idee metafisiche ed esplorò anche l’architettura, il dramma, la musica e la danza.

20. Nel 385 a.C., fondò l’Accademia ad Atene, che divenne una delle prime istituzioni del mondo occidentale ad offrire un’istruzione superiore.

21. Presiedette l’Accademia fino alla sua morte, ma l’istituzione continuò a funzionare fino al 529 d.C.

22. L’imperatore romano chiamato Giustiniano I considerò l’Accademia una minaccia per il cristianesimo e la chiuse completamente.

23. Agli studenti dell’Accademia venivano insegnate filosofia, teoria politica, matematica, biologia e astronomia.

24. Morì ad Atene all’età di 80 anni intorno al 348 a.C.

25. Secondo alcuni storici, morì pacificamente nel sonno e altri credono che morì mentre partecipava a un matrimonio.

26. Era noto per la scrittura di dialoghi. Credeva fortemente che i dialoghi aiutassero a capire meglio un individuo. La ‘Repubblica’ è considerata la sua opera migliore che scrisse durante il periodo medio (fare riferimento al punto #17).

27. Uno dei suoi famosi studenti fu Aristotele. Fu Aristotele che diede una direzione completamente nuova ai suoi pensieri. Il maestro rinascimentale Raffaello dipinse un famoso quadro conosciuto come ‘La scuola di Atene’ in cui dipinse Platone e Aristotele.

Fonti: 1, 2, 3, 4, 5

Fatti di Platone poco conosciuti (aggiunto: 15 marzo 2019)

Questa sezione è nuova – un’aggiunta ai 27 fatti di Platone già promessi dal titolo dell’articolo. Questa particolare sezione sui fatti di Platone poco conosciuti è una risposta alle molteplici richieste che abbiamo ricevuto per fornire più fatti su questo filosofo classico della Grecia antica. Cominciamo.

Fatti di Platone: Suo zio era un capo dei Trenta Tiranni

1. Potrebbe essere difficile da credere, ma uno dei suoi zii di nome Critias era il capo di un gruppo chiamato Trenta Tiranni. Il gruppo proveniva da Atene ed era un gruppo di governanti spietati.

2. Quando Sparta sconfisse Atene nella Guerra del Peloponneso del 404 a.C., ai Trenta Tiranni fu dato il potere di governare Atene.

3. Ai Trenta Tiranni fu dato il compito di installare e mantenere l’oligarchia pro-Spartia ad Atene.

4. Nei loro 8 mesi di governo i Trenta Tiranni giustiziarono il 5% della popolazione ateniese. Non solo, confiscarono le proprietà dei cittadini. Esiliarono anche coloro che sostenevano la democrazia.

5. Nel 403 a.C., una rivolta degli esiliati sostenitori della democrazia alla fine rovesciò i Trenta Tiranni e lo zio di Platone, Critias, fu ucciso durante la rivolta iniziale.

6. In uno dei suoi libri intitolato Apologia di Socrate, egli scrive che a Socrate (insieme ad altri quattro uomini) fu chiesto dai Trenta Tiranni di catturare e presentare una persona di nome Leon di Salamina per l’esecuzione.

7. Socrate non eseguì l’ordine né avvertì Leon di Salamina. Poiché Socrate ha disobbedito a un ordine diretto, rischiava di essere giustiziato. Tuttavia, i Trenta Tiranni furono rovesciati poco dopo e Socrate fu salvato.

Fatti di Platone: Credeva che Atlantide fosse reale

8. Alcune persone credono che la Città Perduta di Atlantide fosse un luogo reale. Questa credenza non è nuova! Platone era un forte sostenitore dello stesso.

9. Secondo lui, il luogo esisteva realmente circa 8.000 anni prima della sua nascita.

10. Ha persino ipotizzato che Atlantide si trovasse vicino allo stretto di Gibilterra.

11. Credeva addirittura che la città fosse andata perduta in un solo giorno! Tre forze naturali – pioggia, inondazione e terremoto furono responsabili della perdita della città.

Fatti di Platone: La Terra è il centro

12. A differenza dell’astronomo, scienziato e matematico indiano Aryabhata, egli pensava che il Sole, la Luna e tutte le stelle girassero intorno alla Terra.

13. Sì, teorizzò che la Terra fosse il centro dell’universo. Tuttavia aveva capito bene che la Terra era rotonda.

Fatti di Platone: È la decima persona più famosa

14. Che ci crediate o no, è la decima persona più famosa che vive o ha vissuto sulla Terra. Nel 1999, un totale di 2.894 libri sono stati trovati su di lui.

15. Tutti questi libri sono stati trovati nella sola Biblioteca del Congresso. Nessuno forse sa quanti altri possono essere trovati nel resto del mondo.

Fatti su Platone: Era un drammaturgo in erba nella sua adolescenza

16. Pensava di entrare in politica ma finì per scegliere la filosofia. Questo è un fatto ben noto. Tuttavia, sapevate che quando era adolescente, scriveva tragedie?

17. Quando incontrò Socrate all’età di 19 anni, fu così influenzato da Socrate che rinunciò a scrivere tragedie. Alcuni dicono addirittura che bruciò tutti i suoi manoscritti. Ora, questa è una tragedia!

Fatti di Platone: Era molto preso dall’amore

18. Può essere difficile da credere, ma era molto interessato all’amore. Lui, molto spesso, scriveva sull’amore!

19. Volete sapere cosa ha scritto? Ha scritto che due amanti non sono mai completamente interi finché non si trovano l’un l’altro. Fino ad allora, sarebbero rimasti metà incomplete.

20. Questa idea di amore che lui percepì alla fine divenne nota come Amore Platonico.

Fatti di Platone: Cercò anche di capire il mistero dell’amore

21. Platone nel suo libro intitolato ‘Simposio’ scrisse ampiamente sull’amore. Infatti, il Simposio rimane il più antico libro conosciuto fino ad oggi che cerca di svelare i misteri dell’amore.

Fatti di Platone: Figlio di Poseidone

22. Alcuni sostengono che sia in realtà un discendente di Poseidone. Sì, sì, Poseidone – il dio del mare. L’autenticità di questo fatto particolare è abbastanza discutibile però.

Fatti di Platone: Nessuno ha trovato i suoi resti

23. Si dice che quando morì, il suo corpo fu sepolto da qualche parte nella sua scuola – L’Accademia.

24. Purtroppo, nessun archeologo è mai riuscito a trovare i suoi resti.

Fatti di Platone: Le sue opere hanno superato la prova del tempo

25. Platone è vissuto migliaia di anni fa. Durante la sua epoca, non era l’unico filosofo. Ce n’erano molti altri. Tuttavia, le opere degli altri filosofi sono semplicemente svanite nel nulla.

26. Solo l’opera di Platone è riuscita a resistere alla prova del tempo. La maggior parte della sua opera è sopravvissuta attraverso migliaia di anni.

Fatti di Platone: Andò a insegnare a un re

27. Platone fu invitato a Siracusa (ora Sicilia) per insegnare al nuovo re chiamato Dionisio II.

28. Dion, lo zio di Dionisio II, credeva fortemente che un giorno Dionisio II sarebbe diventato un grande re e che Platone avrebbe potuto giocare un ruolo determinante in questo.

29. A Platone fu dato il compito di plasmare il giovane re in un re filosofo. Purtroppo, non tutti potevano essere brillanti. Trovò che Dionisio non fosse uno studente promettente.

Fatti di Platone: Platone agli arresti domiciliari

30. Dionigi tuttavia sviluppò l’idea che suo zio Dione fosse coinvolto in una cospirazione contro di lui.

31. Credeva anche che Dione e Platone fossero entrambi coinvolti nella cospirazione.

32. A causa di questo concetto, Dionisio mise Platone agli arresti domiciliari e allo stesso tempo, esiliò anche suo zio Dion.

Fatti di Platone: L’Accademia era diversa da qualsiasi istituzione moderna

33. Chiunque avesse la volontà di imparare era il benvenuto all’Accademia.

34. Non c’erano lezioni nell’Accademia.

35. Non c’era nessuna tassa per studiarvi. I regali e le donazioni che venivano offerti dai genitori degli studenti aiutavano a gestire l’istituzione.

36. Anche se non era un requisito rigoroso, gli studenti dell’Accademia erano attivamente incoraggiati a mantenere il celibato.

37. Gli studenti erano anche incoraggiati a vivere una vita molto semplice.

38. La permanenza abituale di uno studente all’Accademia era di soli 4 anni.

39. C’è stato uno studente che è rimasto lì per 20 anni. Puoi indovinare il nome? Non era altri che Aristotele – il più famoso discepolo di Platone.

Fatti di Platone: Alcuni famosi dialoghi che scrisse

40. Prima abbiamo detto che era solito scrivere dialoghi. Alcuni dei suoi famosi dialoghi includono Lysis, Laches e Charmides.

41. La Lysis riguardava l’amicizia.

42. Laches parlava di coraggio.

43. Charmides parlava di buon senso.

Fatti di Platone: Reincarnazione e anime immortali

44. Platone propose l’idea che quando moriamo non è la fine. Ha postulato che una volta che una persona muore, si reincarna e ha un’anima immortale.

45. Ipotizzò che le anime che erano buone durante la loro vita umana e che erano piene di conoscenza, alla fine avrebbero avuto accesso ad un piano superiore nell’universo.

46. Secondo lui, non solo gli umani avevano un’anima ma anche le costellazioni.

Fatti di Platone: Un lottatore

47. Ci crederete se vi diciamo che anche lui era un lottatore! Sì, era un lottatore e questo è quello che dicono gli storici. Tuttavia, era solito lottare solo quando era in gioventù. In seguito smise.

Fatti di Platone: La Repubblica

48. Una delle migliori opere di Platone è “La Repubblica”. L’opera tratta diversi fattori come il coraggio, la giustizia, il governo, la virtù e la saggezza.

Fatti di Platone: Il Fedone

49. Un’altra sua grande opera è Il Fedone. Il libro parla delle prove di Socrate (il maestro di Platone) durante il suo processo. Socrate fu accusato di diversi crimini.

50. La più importante di queste accuse era quella di corrompere le menti dei giovani della Grecia.

51. Socrate fu costretto a bere veleno di cicuta durante l’esecuzione.

52. Non fu fisicamente presente durante il processo e l’esecuzione di Socrate ma scrisse del calvario nel Fedone.

Fatti di Platone: L’Apologia

53. Scrisse anche L’apologia di Socrate. È un dialogo socratico che presenta l’autodifesa che Socrate aveva avanzato dopo essere stato accusato di corrompere i giovani e di non credere negli dei in cui credeva il resto del paese.

Fatti di Platone: L’influenza di Pitagora

54. Il suo famoso allievo Aristotele sosteneva che la sua filosofia era fortemente influenzata dagli insegnamenti dei seguaci di Pitagora (generalmente noti come pitagorici).

Fatti di Platone: Era un insegnante di matematica

55. Imparò (forse) la matematica da Teodoro di Cirene. Anche se Platone stesso non era un matematico, era considerato un abile insegnante di matematica.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.