I Bruins hanno tenuto il loro primo scrimmage esteso del training camp giovedì, con la squadra nera che ha ottenuto una vittoria 4-1 sul team bianco alla Warrior Ice Arena. Ecco alcuni risultati della sessione estesa sul ghiaccio.

Spingere il ritmo:

Con i Bruins ora ad una settimana (!) dall’inizio della regular-season, il tempo non è dalla parte di Boston quando si tratta di Bruce Cassidy e il suo staff per dare un’occhiata estesa a questo roster e valutare dove meglio inserire i giocatori in una formazione con molti potenziali posti liberi.

Grazie al capo della panchina dei B – il condizionamento e l’intensità non sono stati un problema giovedì, dato che entrambe le squadre hanno trascorso la maggior parte dei 60 minuti di esibizione combattendo lungo i bordi, spingendo il disco attraverso la zona neutrale e generando sguardi di qualità nel ghiaccio di grado A. Una mostra tagliente da Tuukka Rask, Jaroslav Halak, Jeremy Swayman e Dan Vladar ha contribuito a mantenere il concorso di trasformarsi in un bonanza di punteggio All-Star Game, ma Cassidy era soddisfatto con le prestazioni del suo roster in più sfaccettature del cancello, soprattutto quando si trattava di sforzi della sua difesa di sostenere O-zone gioco – che Cassidy sottolineato indietro nel mese di settembre come essendo una priorità per questo club.

“Il ritmo è stato eccellente, penso. Dall’inizio alla fine”, ha detto Cassidy. “Non sapevamo come sarebbe andata a finire. Non sapevamo se avremmo dovuto accorciare. La nostra intenzione era di fare due tempi da 30 minuti o due periodi. … Speriamo di andare avanti per mantenere il ritmo. Penso che abbiano fatto un ottimo lavoro. Mi piace l’attivazione della nostra D. Ho pensato che sono sul ghiaccio molto, cercando di essere parte dell’attacco. Penso che il nostro gioco nella zona O con la D, la linea blu della zona O sia stata buona, nitida. Abbiamo finito alcune giocate intorno alla rete. La copertura degli slot, la guarderemo perché ovviamente la filmiamo e la esamineremo. Ho pensato che ci fosse qualche guasto, quindi lo affronteremo.

“Ma nel complesso ho pensato che fosse una buona energia, una buona competizione. Non ci aspettavamo che i ragazzi si corressero a vicenda. Ma le battaglie sul disco sono state buone. Quindi mi è piaciuto. Ho pensato che ci sono stati alcuni buoni salvataggi, alcune buone giocate. Non è stato sciatto, non si è rotto. Non ci sono stati molti errori non forzati. Penso che i ragazzi stessero cercando di fare quello che dovevano fare là fuori. La lunghezza dei turni è stata buona. Così ho pensato che per il primo scrimmage dopo un lungo periodo di pausa, ho pensato, come ho detto – è stata davvero una buona intensità e ritmo e questa è la prima cosa che stiamo cercando.”

Vaakanainen si distingue

Sulla base di ciò che abbiamo visto finora nel campo, sembrerebbe come se Jeremy Lauzon è il favorito per aprire l’anno accanto a Charlie McAvoy sulla coppia D superiore di Boston, mentre Jakub Zboril potrebbe essere in esecuzione di puntellare un ruolo iniziale sulla terza coppia accanto a un veterano come Kevan Miller.

Ma non dimenticatevi di Urho Vaakanainen.

Una volta considerato come il miglior prospetto di Boston dopo essere stato selezionato 18° assoluto dai B’s durante il Draft NHL 2017, Vaakanainen ha visto i suoi progressi ristagnare un po’ nelle ultime stagioni mentre era giù con Providence, con Jack Studnicka che lo ha sorpassato per il titolo di miglior prospetto di Boston dopo aver fatto il salto dai ranghi della OHL. Ma anche se le lesioni e / o dolori di crescita in AHL hanno forse mantenuto Vaakanainen all’esterno guardando in un ruolo regolare a livello NHL finora nella sua giovane carriera, il difensore di 22 anni era in bilico con il disco il Giovedi – collegando su alcuni tape-to-tape prima passa fuori dalla D-zone mentre anche attivando fuori la linea blu offensiva al fine di estendere alcuni turni.

Per quanto Vaakanainen abbia precedentemente attirato l’ira di Cassidy per le sue abitudini di allenamento lassiste, non è stato così giovedì. Resta da vedere se il finlandese blueliner può battere un ragazzo come Zboril e guadagnarsi un ingaggio iniziale fuori dal campo, ma Vaakanainen ha chiaramente fatto una grande impressione con il suo gioco in questo scrimmage. Vedremo se può costruire su questo durante lo scrimmage in programma venerdì.

“Ho pensato che Vaakanainen fosse eccellente”, ha detto Cassidy. “Probabilmente il migliore dei difensori più giovani oggi in questa particolare partita.”

Marchand ha tenuto fuori

Nonostante il pattinaggio nelle precedenti tre sessioni sul ghiaccio di Boston al Warrior, Brad Marchand non ha pattinato durante lo scrimmage di giovedì, con l’ala ancora lavorando la sua strada indietro dall’operazione di ernia sportiva offseason.

Non c’è bisogno di sollevare l’allarme, però – come Marchand ha detto la sua assenza era più sulla gestione del suo ritorno all’azione di gioco, piuttosto che un contrattempo. L’ala sinistra di Boston si aspetta ancora di essere pronta a giocare quando Boston aprirà la stagione regolare giovedì 14 gennaio.

“Faremo un altro scrimmage domani, credo. … Ho appena iniziato a pattinare con i ragazzi il lunedì e solo mezzo allenamento e poi uno pieno ieri, quindi era più solo per non fare troppo presto,” Marchand ha detto della sua assenza. “L’ultima cosa che voglio fare è fare un passo indietro e sono proprio lì per essere pronto ad andare. Quindi non era necessario giocare due scrimmage in due giorni. Quindi è stato più quello che è stato. Solo per appendere fuori e rilassarsi e recuperare e assicurarsi che continuiamo a tendenza fino e non fare un passo indietro.

I ragazzi sono a posto

Vaakanainen potrebbe avere disegnato la maggior parte degli elogi da Cassidy il Giovedi, ma un certo numero di altri giovani ha fatto il loro marchio durante l’incontro intrasquad. Matt Filipe di Lynnfield, che ha firmato un contratto entry-level con Boston in agosto dopo una forte carriera collegiale a Northeastern, ha sepolto un gol in contropiede oltre Rask nella prima metà dello scrimmage. Un paio di altri agenti liberi non dichiarati del college in Nick Wolff e Jack Ahcan probabilmente entrambi avranno bisogno di qualche stagionatura giù nel livello AHL prima di spingere seriamente per NHL reps, ma non possono essere particolarmente lontano.

Il vero valore di Wolff potrebbe essere realizzato quando i guanti vengono fuori in un ambiente di gioco reale e lui può allineare alcuni pattinatori avversari con alcuni controlli pesanti, ma il pattinatore 6-foot-5 è stato solido finora nel campo. Nonostante il combattimento attraverso alcuni slittamenti di puck-handing nei primi giorni di pratica, Wolff ha fatto un buon lavoro di lettura di giochi durante la pattinata di Giovedi, mantenendo un paio di skittering pucks nella zona offensiva e recuperando alcuni pucks durante alcune mischie lungo il bordo. Molti discorsi sul gioco di Ahcan si concentreranno inizialmente sulla sua struttura più piccola (5-foot-8), ma il prodotto della St. Cloud State è senza paura là fuori sul ghiaccio e non ha paura di raschiare in basso mentre nel mezzo di alcuni turni di D-zone tassanti.

Un po’ di spettacolo più tranquillo da Jack Studnicka mentre pattina alla destra di Bergeron, mentre Zboril è migliorato come lo scrimmage è andato avanti. La difesa ceca è stata abbastanza liscia attraverso la zona neutrale, ma è stata passiva a volte mentre operava sulla linea blu offensiva. Su un paio di giocatori, un attaccante ha fatto pressione su Zboril sul punto, spingendo il giovane difensore a fare un passaggio affrettato che occasionalmente era fuori bersaglio.

“Filipe può davvero andare in giro per il ghiaccio, ovviamente ha segnato un bel gol – ma ha un buon ritmo per il suo gioco qui una volta che va avanti. … Zboril era pulito. Passando attraverso di loro – Jack, non ho notato così tanto come faccio di solito con Bergy e Bjork. Ma Joe (Sacco) mi ha detto che gli sono piaciute alcune delle cose che ha fatto lì”, ha detto Cassidy. Stavo guardando la nostra squadra un po’ di più. Ho pensato che Ahcan fosse competitivo per essere un ragazzo più piccolo. Wolff ha gestito bene il disco, meglio di quanto abbia fatto in allenamento. Era molto più pulito.”

Per quanto riguarda il resto del corpo D?

“Per i ragazzi che tornano, Kevan Miller non giocava da molto tempo. Sembrava buono. Era intorno al disco, pattinava”, ha detto Cassidy. “Johnny Moore aveva un sacco di gambe. Stava saltando nel gioco. Ho pensato che Carlo e Grizz fossero una buona coppia – puliti e parte dell’offesa.”

Le linee di Krejci/Krejci che si mescolano

Entrambe le linee di Krejci e Coyle non hanno deviato molto dall’apertura del campo, con Krejci al centro di Ondrej Kase e Jake DeBrusk, mentre Coyle ha registrato ripetizioni con Nick Ritchie e Craig Smith. che l’impegno iniziale sembra essere pagando fuori, come entrambe le linee erano solide il Giovedi – con entrambi DeBrusk e Ritchie seppellendo gol oltre Vladar fuori di colpi di rovescio.

L’obiettivo di Ritchie è stato generato fuori alcuni forti giochi di bordo da Smith, che è chiaramente molto più di un cecchino shot-first. L’ala veterana ha alcune ruote solide, ed è più che disposta a saltare in forecheck e lottare per alcuni dischi. Smith dovrebbe aprire un sacco di ghiaccio per i suoi compagni di squadra – soprattutto con quel tiro nel suo arsenale – che dovrebbe essere di buon auspicio per un pivot di possesso del disco come Coyle e un grande corpo come Ritchie che dovrebbe piantarsi intorno allo slot basso per una serie di sguardi di grado A.

Come nel caso della bolla di Toronto, Kase ha generato un certo numero di grandi occasioni per la sua linea giovedì – anche se zero di queste occasioni hanno trovato il retro della rete, con Vladar che ha negato l’ala ad un punto con un pad save in basso. Speriamo che risolva i suoi modi da serpente entro la prossima settimana, dato che l’ala venticinquenne sarà la chiave per dare alla seconda linea qualche punch di punteggio 5v5.

“Ovviamente la linea di Coyle ha segnato alcuni gol”, ha detto Cassidy. “Si completano a vicenda molto bene. Nick Ritchie che va in rete, finendo le giocate. La linea di Krejci, penso che Kase e DeBrusk abbiano avuto molte occasioni. Quindi forse troveranno il loro gioco offensivo. Penso che anche Wags e Kuraly abbiano fatto qualche giocata offensiva. Quindi penso che sia stata una buona giornata per questo – il nostro gioco del disco. Attacco, abbiamo segnato qualche gol. Abbiamo avuto qualche sguardo alla rete. Quindi era un prodotto di loro che eccelleva? O ci stiamo rompendo difensivamente. Così quelle sono cose guarderemo un po’ più vicino.”

Bjork/Clifton portare energia

Un ruolo regolare di partenza in questa formazione dei Bruins è lontano da una garanzia per Anders Bjork e Connor Clifton. Data l’abbondanza di attaccanti nel mid-six e di corpi sulla linea blu, i prossimi giorni saranno cruciali sia per Bjork che per Clifton per pattinare il loro reclamo in questo club.

Per quanto Bjork abbia guadagnato la maggior parte delle sue ripetizioni la scorsa stagione sulla linea di Coyle, quel posto non è garanzia nel 2021, con Cassidy principalmente rotolando con quel trio Ritchie-Coyle-Smith fuori dal cancello. Piuttosto, Bjork ha guadagnato un bel po’ di reps sulla quarta linea, dove la sua velocità potrebbe rivelarsi una misura intrigante su un raggruppamento nord-sud accanto a Sean Kuraly e Chris Wagner.

Ma giovedì, Bjork è stato premuto in dovere di top-line con Marchand non partecipando, e fatto un po’ di un argomento convincente sul perché egli non dovrebbe essere penciled in come una quarta linea / ricambio avanti venire 14 gennaio. Il prodotto di Notre Dame è stato attivo sulla linea di Bergeron, correndo per dischi sciolti sul forecheck e schioccando fuori un paio di dischi da Grade-A ghiaccio. Mentre uno dei difetti di Bjork è stata una mancanza di produzione tangibile e le lotte con ottenere all’interno, non aveva paura di mescolarlo dentro e intorno alla crease il Giovedi – ottenere aggrovigliato con entrambi Clifton e John Moore durante le unità per la rete.

Clifton, che potrebbe essere combattendo Kevan Miller per un posto di terza coppia, ha giocato un tipico “Cliffy Hockey” gioco, a un punto rompendo un tentativo di fuga da Trent Frederic. Come previsto, non ha schiacciato nessuno dei suoi compagni di squadra in uno scrimmage, ma ha portato molta energia insieme a Moore.

Vladar, Swayman affrontano un sacco di colpi

Con i difensori di Boston che si attivano presto e spesso – ed entrambe le linee Coyle e Krejci che distruggono il caos nella zona offensiva – ha finito per essere un pomeriggio occupato sia per Vladar (Team White) che per Swayman (Team Black), con entrambi i giovani netminders che mettono da parte un certo numero di occasioni di qualità durante lo scrimmage. Il salvataggio del pad di Vladar su Kase certamente si distingue, ma Cassidy crede che entrambi i netminders più di tenere il loro proprio nella loro prima vera prova del campo.

Anche se Cassidy era veloce a notare che lui non è il guru portiere di questo staff, c’è molto da apprezzare su ciò che Vladar e Swayman hanno da offrire a questa organizzazione nei prossimi anni.

“Sarò perfettamente onesto, non guardo molto i portieri a meno che non abbia notato dischi che passano vicino a loro ad ogni tiro, cosa che non ho fatto”, ha detto Cassidy. “Nello scrimmage di oggi, penso che Swayman abbia avuto un po’ più di lavoro. Ho pensato che fosse eccellente. Ha fatto alcuni salvataggi di alto livello. Quindi penso che abbiamo due ottimi giovani portieri in arrivo. Ma è un giorno solo. … Dan ha un grande curriculum da Providence l’anno scorso. Non abbiamo avuto modo di vederlo in una partita della NHL, tranne che per il servizio di sostituzione contro Tampa. Quindi di certo non lo giudicheremo mai per questo. Quella è stata una notte difficile per tutti noi. Quindi sei stato gettato in una situazione difficile. Quindi stiamo guardando quello che ha fatto a Providence. … Per quanto riguarda Swayman, portiere dell’anno nell’hockey del college, arriva qui con un sacco di fiducia per questo motivo, ma ha solo bisogno di alcune ripetizioni da professionista e vedremo dove va da lì. Finora, tutto bene. Entrambi lavorano bene, lavorano sodo, sembrano davvero bravi ragazzi. Vogliono solo migliorare.”

Qui c’erano le linee dallo scrimmage di giovedì:

TEAM NERO

DeBrusk-Krejci-Kase
Ritchie-Coyle-Smith
Filipe/Hughes-McKegg-Lantosi

Grzelcyk-Carlo
Moore-Clifton
Vaakanainen-Wolff

Halak
Swayman

TEAM WHITE

Bjork-Bergeron-Studnicka
Carey-Lindholm-Senyshyn
Frederic-Kuraly-Wagner

Lauzon-McAvoy
Miller-Zboril
Ahcan-Kampfer

Rask
Vladar

Non sei ancora iscritto? Clicca qui sotto per accedere a tutti i contenuti:

SubscButton

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.