È un nuovo anno, e i vaccini COVID-19 offrono speranza per coloro che vogliono proteggersi, specialmente le persone con condizioni di salute sottostanti come il diabete.

Potresti avere domande su questi nuovi vaccini, compreso quando puoi ottenerli e quali domande dovresti fare al tuo medico. Gli esperti con cui abbiamo parlato dicono che i vaccini sono sicuri, efficaci e importanti per le persone con diabete.

“La cosa più importante è che le persone con diabete ottenere vaccinati non appena diventa disponibile per loro,” dice Robert Gabbay, MD, PhD, capo scienza e ufficiale medico per l’American Diabetes Association (ADA) in Arlington, Virginia.

Di seguito, abbiamo dettaglio ciò che dovete sapere sui vaccini COVID-19.

RELATO: 10 suggerimenti per la cura del diabete da seguire durante la pandemia COVID-19

Quando potrò prendere il vaccino se ho il diabete?

Dipende da dove vivi. A livello federale, il Centers for Disease Control (CDC) fa raccomandazioni su chi dovrebbe ricevere la priorità per la vaccinazione. Spetta poi a ogni stato usare quelle raccomandazioni per pianificare e distribuire i vaccini alle contee e ai residenti.

Anche così, le linee guida stanno cambiando. A metà gennaio, il segretario alla Salute e ai Servizi Umani (HHS) Alex Azar ha detto che gli americani di 65 anni e più e quelli che sono più giovani ma hanno condizioni di salute sottostanti dovrebbero ricevere la priorità, come riporta AARP.

Se il vostro stato sta seguendo le raccomandazioni del CDC, gli operatori sanitari e i residenti delle case di cura stanno ricevendo la prima priorità per il vaccino. Poi, il CDC raccomanda di vaccinare i lavoratori in prima linea come i vigili del fuoco, gli insegnanti e i lavoratori dei negozi di alimentari, insieme alle persone sopra i 75 anni.

Poi, il CDC raccomanda di vaccinare le persone con diabete di tipo 2 e altre condizioni mediche sottostanti a causa del loro aumentato rischio di gravi malattie associate al COVID-19.

Le persone con diabete di tipo 1 non hanno attualmente la stessa priorità di vaccinazione con il CDC. Ma gruppi tra cui la Juvenile Diabetes Research Foundation (JDRF) e l’ADA stanno sostenendo questa priorità a livello federale e statale.

Justin Gregory, MD, assistente professore di pediatria al Vanderbilt Children’s Hospital di Nashville, che ha il diabete di tipo 1, dice che le persone con diabete di tipo 1 dovrebbero avere la stessa priorità per la vaccinazione delle persone con diabete di tipo 2 perché entrambi i gruppi hanno un rischio aumentato allo stesso modo per la malattia pericolosa e mortale COVID-19.

Alla fine, gli stati prendono le loro decisioni sulla priorità di vaccinazione, quindi controlla il sito web del tuo stato e del dipartimento sanitario locale per scoprire quando sei idoneo. L’ADA ha anche raccolto i link ai piani di vaccinazione dei singoli stati come parte della sua Guida alla vaccinazione COVID-19.

RELATO: Seguire il Vax: Consegna dei vaccini COVID-19 a velocità di curvatura

Avere un’altra condizione di salute con il diabete influenza il mio posto in fila? Il CDC nota che il rischio di ospedalizzazione aumenta con più condizioni mediche “ad alto rischio” una persona ha – è 2,5 volte per una persona con una condizione e 5 volte per le persone con tre o più condizioni. Tuttavia, avere comorbidità, come le malattie cardiache e renali, non significa che vi sarà permesso di essere vaccinati prima di qualcuno con solo il diabete o un’altra singola condizione di salute. Ancora una volta, dipende da dove si vive.

In Massachusetts, per esempio, le persone con due o più condizioni di base hanno la priorità per ottenere un vaccino COVID-19 prima di quelli con una sola condizione. Altri stati non designano la priorità in base al numero di condizioni mediche sottostanti.

Dove posso ottenere un vaccino COVID-19 una volta che le persone con diabete sono autorizzate?

Dove puoi ottenere il vaccino varia anche a seconda di dove vivi. Si può essere in grado di iscriversi per la notifica della disponibilità del vaccino con la vostra contea o fornitore di assistenza sanitaria. Farmacie, ospedali, studi medici e dipartimenti sanitari avranno probabilmente tutti un ruolo nella somministrazione del vaccino, secondo un rapporto di novembre della Kaiser Family Foundation. Il tuo medico può anche guidarti su dove cercare un vaccino nella tua città natale.

I vaccini COVID-19 sono gratuiti per le persone con diabete?

Il vaccino COVID-19 è gratuito per tutti, indipendentemente dallo stato del diabete, secondo il CDC. Tuttavia, alcuni fornitori che somministrano il vaccino possono addebitare una tassa, che può essere rimborsata dalla vostra assicurazione sanitaria pubblica o privata, o dalla Health Resources and Services Administration’s Provider Relief Fund se non si dispone di assicurazione.

Perché è importante prendere il vaccino se si ha il diabete?

“È abbastanza chiaro che le persone con diabete fanno molto peggio di persone senza diabete in termini di risultati con COVID”, dice il dottor Gabbay. All’inizio della pandemia, uno studio del CDC ha trovato che circa la metà delle persone che sono morte di COVID-19 sotto i 65 anni aveva il diabete.

Gli effetti protettivi dei vaccini sono fondamentali per le persone con diabete che sono a maggior rischio di infezione grave e mortale da COVID-19, dice il dottor Gregory. Il suo studio del dicembre 2020 in Diabetes Care ha scoperto che le persone con diabete di tipo 1 o 2 hanno 3 volte più probabilità di essere ricoverate in ospedale o di sperimentare una grave malattia da COVID-19 rispetto alle persone senza diabete.

Due studi dal Regno Unito hanno mostrato un rischio simile. Uno studio di ottobre 2020 in The Lancet Diabetes & Endocrinology ha trovato che le persone con diabete di tipo 1 o tipo 2 erano da 2 a 3 volte più probabilità di morire di COVID-19 in ospedale rispetto alle persone senza diabete. E uno studio del dicembre 2020 in The Lancet Diabetes & Endocrinology ha trovato che le persone con tipo 1 o tipo 2 avevano più probabilità di morire o di essere trattati in unità di terapia intensiva per COVID-19.

Le vaccinazioni per neri, latini e nativi americani sono critiche perché queste comunità sono sproporzionatamente colpite sia dal diabete che da COVID-19. Secondo l’ADA, gli afroamericani e i latinoamericani hanno più del 50% di probabilità di avere il diabete rispetto agli americani bianchi. Neri, latini e nativi americani hanno avuto un tasso di mortalità da COVID-19 doppio o più degli americani bianchi nel 2020, secondo il CDC.

RELATO: I neri americani sono stati colpiti più duramente dal COVID-19 – Ecco perché

I vaccini sono sicuri ed efficaci per le persone con diabete?

Due vaccini COVID-19 sono attualmente disponibili negli Stati Uniti – e le persone con diabete sono state incluse in entrambe le prove del vaccino. Entrambi richiedono due dosi distanziate di 21 giorni (vaccino Pfizer-BioNTech) o 28 giorni (vaccino Moderna). Con le loro due dosi completate, questi vaccini sono più del 90 per cento efficaci e hanno ricevuto l’autorizzazione all’uso di emergenza dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti nel dicembre 2020.

“Abbiamo voluto assicurarci di reclutare un numero di individui che avevano i tipi di condizioni mediche sottostanti che possono rendere la COVID più grave”, dice C. Buddy Creech, MD, MPH, direttore del Vanderbilt Vaccine Research Program a Nashville e parte degli studi di fase 3 del vaccino Moderna COVID-19.

Questo includeva persone con diabete, ipertensione e obesità, dice il dottor Creech. Le persone con diabete di tipo 1, 2 e gestazionale sono state incluse nello studio clinico Moderna, aggiunge. Il deposito FDA da Pfizer-BioNTech dice che la sperimentazione ha incluso persone con diabete, ma non specifica tra i tipi.

I vaccini sono stati ben tollerati, altamente efficaci e hanno suscitato una risposta immunitaria in persone con condizioni di base, come il diabete, dice Creech.

“Le persone con diabete stanno per essere prioritari perché sappiamo che sono a maggior rischio di malattia. E dovrebbero sentirsi sicuri che qualcuno molto simile a loro è stato arruolato nella sperimentazione clinica in modo che possiamo dire con un maggior grado di certezza che possono effettivamente ottenere questo vaccino”, dice Creech.

Gabbay dice che i dati non suggeriscono che i vaccini COVID-19 presentano un rischio particolare per le persone con diabete. Dice anche che non c’è motivo di pensare che ci sarebbero interazioni con l’insulina o altri farmaci che le persone con diabete potrebbero prendere.

RELATO: L’America vuole sapere: Dove sono i nostri vaccini COVID-19?

Quali effetti collaterali del vaccino dovrebbero prestare attenzione le persone con diabete?

In generale, gli effetti collaterali più comuni di entrambi i vaccini sono dolore, gonfiore e rossore al sito di iniezione. Altri effetti collaterali comuni sono brividi, stanchezza e mal di testa. La maggior parte di questi effetti collaterali erano lievi, ma alcune persone hanno avuto reazioni più gravi che hanno interferito con le attività quotidiane.

Gabbay dice che gli effetti collaterali dei vaccini COVID-19 sono simili a quelli dei vaccini influenzali. Per qualcuno che vive con il diabete, tenere un kit per i giorni di malattia con farmaci e forniture extra è utile nel caso in cui non ci si senta bene.

Quali domande dovrebbero fare le persone con diabete ai loro team di assistenza sanitaria sui vaccini COVID-19?

Gabbay dice che la prima domanda che i pazienti dovrebbero fare ai loro fornitori sul vaccino COVID-19 è, “Quando posso ottenerlo?”

Siate proattivi nel chiamare il vostro fornitore per chiedere il vaccino, dice Gabbay. Controlla i siti web del tuo stato e dei dipartimenti sanitari locali per scoprire la distribuzione locale del vaccino. “Essere pazienti, persistenti e informati è l’approccio migliore”, dice Gabbay.

Per saperne di più sul lancio dei vaccini COVID-19 per le persone con tipo 1 e tipo 2, leggi l’articolo di Diabetes Daily “COVID-19 Vaccine for People With Diabetes: What’s Going On?”

.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.