Quando sei su un aereo sulla pista dell’aeroporto internazionale di Atlanta Hartsfield-Jackson, o sul treno aereo diretto a un terminal, il Flint River potrebbe scorrere da qualche parte sotto di te.

Il fiume inizia appena a nord dell’aeroporto, e non c’è molto da vedere intorno alle sue sorgenti, intrecciate nelle città attraverso le quali scorre, attraverso tubi e nei fossi lungo le strade.

C’è un’iniziativa ora per portare il Flint fuori dalla sua relativa oscurità nell’area di Atlanta e per rendere il fiume una destinazione.

Trovare il fiume

Hannah Palmer è cresciuta vicino all’aeroporto, in case che da allora sono state demolite con i bulldozer mentre l’aeroporto è cresciuto. Da bambina, dice, aveva una vaga idea che il Flint River esistesse, ma non si rendeva conto che scorreva vicino a lei.

Ora, è in missione per far sapere alla gente intorno all’aeroporto che il Flint River esiste, ed è qui.

“Ho fatto questo tour”, dice, “solo portando in giro gruppi della comunità che letteralmente non hanno mai sentito parlare del Flint River, mai visto.”

Palmer lavora per un’iniziativa chiamata Finding the Flint, finanziata dall’Atlanta Regional Commission e dai gruppi ambientalisti American Rivers e Conservation Fund.

Inizia il tour a Hapeville, e, avvertendo che il fiume potrebbe sembrare un po’ insignificante, parte per le sorgenti.

A nord dell'aeroporto, il Flint River scorre lungo strade e attraverso tubature. (Dustin Chambers/WABE)
A nord dell’aeroporto, il Flint River scorre lungo strade e attraverso tubi. (Dustin Chambers/WABE)

“Non è come andare alla sorgente del Gange in Himalaya o in qualche luogo sacro di montagna incontaminata”, dice. “Questo è uno spartiacque totalmente urbanizzato”.

Quando attraversa East Point, indica un denso gruppo di alberi sul lato della strada, un segno che l’acqua è vicina. Dice che ha usato le mappe, più indizi come gli alberi, per mettere insieme dove scorre il Flint.

“È come una caccia al tesoro”, dice Palmer.

In una zona semi-industriale di East Point vicino a una sottostazione elettrica, si ferma per la prima fermata del suo tour. Qui, il Flint River è un flusso d’acqua in un fosso sul lato della strada.

E, come l’acqua in qualsiasi altro fosso, è diretta da qualche parte. L’acqua qui scava un tunnel sotto l’aeroporto, scorre attraverso la Georgia centrale e meridionale, si incontra con il fiume Chattahoochee al confine con la Florida, forma il fiume Apalachicola e si svuota nel Golfo del Messico. Fornisce acqua alle fattorie, alle città, alla fauna e ai pesci. È legato in un caso della Corte Suprema degli Stati Uniti.

Hannah Palmer guarda attraverso una grata della fogna il Flint River che scorre sotto un parcheggio. Dice che le piacerebbe usare il fiume per incoraggiare diversi tipi di decisioni di sviluppo. (Dustin Chambers/WABE)

Collegamento al fiume

L’idea del progetto Finding the Flint è di collegare le persone al fiume in modi diversi, a seconda della posizione. Vicino alla sottostazione elettrica, dice Palmer, la tattica potrebbe essere quella di aggiungere solo un marciapiede lungo la strada e un cartello che indichi che il fosso è un fiume.

In altri luoghi, però, Palmer ha ambizioni più grandi.

Al di fuori di una recinzione intorno all’aeroporto, vicino al museo del volo e al quartier generale di Delta, il Flint River si dirige sottoterra per circa un miglio e mezzo (anche se ha un momento di luce tra le piste).

“Da dove siamo, si possono vedere gli aerei che decollano, si può sentire l’attività delle piste”, dice Palmer.

C’è uno spazio aperto all’interno della recinzione proprio lungo il fiume, appena prima che vada sottoterra. Palmer dice che le piacerebbe vedere un piccolo parco qui, un posto per i dipendenti dell’aeroporto o per i viaggiatori per godersi un po’ di natura e per le persone che vengono a guardare gli aerei.

“Ho due bambini piccoli che amano guardare gli aerei e che chiedono di farlo, abbastanza spesso”, dice, mentre un aereo ruggisce sopra la testa. “Abbiamo l’aeroporto più trafficato del mondo; non abbiamo un ponte di osservazione ufficiale. Mi piace l’idea di usare il fiume come un modo per creare quell’interfaccia pubblica.”

Il Flint River è mostrato, poco prima che venga incanalato in un tunnel sotto l'aeroporto. Palmer dice che le piacerebbe vedere un parco qui. (Dustin Chambers/WABE)
Il Flint River è mostrato, poco prima di essere incanalato in un tunnel sotto l’aeroporto. Hannah Palmer dice che le piacerebbe vedere un parco qui. (Dustin Chambers/WABE)

Quindi questa idea di migliorare il Flint River e aggiungere sentieri e parchi intorno all’aeroporto – cosa ne pensa l’aeroporto?

“Pensiamo che sia una grande idea”, dice Polly Sattler, pianificatore senior della sostenibilità all’aeroporto internazionale Hartsfield-Jackson Atlanta.

Sattler, che è anche nel consiglio di amministrazione del Flint Riverkeeper, una delle più di una dozzina di organizzazioni che sostengono trovare il Flint, dice che l’iniziativa potrebbe effettivamente essere buono per l’aeroporto perché potrebbe aiutare a gestire tutta l’acqua che scorre fuori le piste durante le tempeste.

Anche se, aggiunge, ci sono alcune cose da capire, come la sicurezza intorno all’aeroporto e fare in modo che il fiume non attiri più uccelli, dal momento che quelli non si mescolano bene con gli aerei.

“Quindi ci sono complicazioni”, dice.

Delta Air Lines sostiene il progetto, anche, come le città di East Point, College Park e Hapeville.

“Portare la consapevolezza di un’amenità che è stata nascosta per così tanti anni è davvero importante per la zona, per la qualità della vita, per la ricreazione”, dice Kirsten Mote, il direttore del programma con l’Aerotropolis CID, un altro sostenitore del progetto.

Una tartaruga nuota nel fiume. A valle, il Flint rifornisce di acqua le fattorie della Georgia e alla fine sfocia nel fiume Apalachicola della Florida. (Dustin Chambers/WABE)
Una tartaruga nuota nel fiume. A valle, il Flint rifornisce d’acqua le fattorie della Georgia e alla fine sfocia nel fiume Apalachicola della Florida. (Dustin Chambers/WABE)

Highlighting Rivers

Trovare il Flint è uno dei diversi progetti nella metropolitana di Atlanta dove le persone stanno lavorando per sfruttare i torrenti e le correnti che attraversano la regione. Oltre al Chattahoochee, ci sono sforzi su Proctor Creek sul lato ovest della città; su Peachtree Creek nel nord-est di Atlanta; e sul South River nella contea di DeKalb.

“È uno spazio interessante in cui stiamo entrando nella metropolitana di Atlanta dove stiamo realizzando il valore di questi spartiacque”, dice Katherine Zitsch, manager delle risorse naturali alla Commissione regionale di Atlanta. “È una conversazione che si sta svolgendo in tutta la regione per far sì che le persone abbiano accesso a queste fenomenali caratteristiche ricreative e allo stesso tempo per ripristinarle lungo la strada.”

Anche altre città hanno riscoperto i loro fiumi o waterfront: Austin, Texas; New York; Los Angeles.

C’è un enorme progetto di rivitalizzazione sul LA River, per esempio, che sarebbe familiare, forse, ai fan dei film “Grease”, “Terminator 2” o “Drive”, come una grande trincea di cemento.

“Se loro possono farlo lì, noi possiamo farlo qui con queste piccole sorgenti”, dice Palmer.

Hannah Palmer, che è cresciuta vicino all’aeroporto e ora sta crescendo la sua famiglia nella zona, dice che le piacerebbe poter portare i suoi figli a giocare vicino al fiume. (Dustin Chambers/WABE)

Godersi il fiume

A sud dell’aeroporto, una volta che il fiume è di nuovo in superficie, il Flint sembra un fiume, ed è bello.

“È sorprendente quanto sia bello il fiume quaggiù”, dice Palmer.

Si trova sotto un ponte, quindi non è completamente selvaggio, ma qui, il Flint è largo circa 30 piedi. Invece di essere in un fosso, il fiume scorre intorno alle rocce e ha veri e propri argini, con erba alta e fiori che crescono lungo di essi.

Guardando indietro a monte, possiamo vedere le luci di avvicinamento della quinta pista dell’aeroporto.

Un rendering di un percorso multiuso lungo il Flint River che sarebbe un pezzo di una più grande greenway regionale, guardando a nord verso l’aeroporto. (Per gentile concessione di Aerotropolis CID)

Forse un giorno ci potrebbe essere un parco regionale più grande qui, dice Palmer.

Sta crescendo la sua famiglia in questa zona e dice che le piacerebbe portare i suoi bambini a giocare lungo il fiume, una grande differenza rispetto a quando stava crescendo e non sapeva dove fosse il Flint River.

WABE ti porta le storie locali e le notizie nazionali che apprezzi e di cui ti fidi. Per favore fai una donazione oggi.Dona ora

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.