Molte persone hanno ricordato e onorato il grande Kobe Bryant recentemente. Nonostante la sua morte sia avvenuta sette mesi fa, sembra che sia appena successo. È ancora fresco per i fan del basket, i giocatori, gli allenatori e chiunque altro all’interno della comunità del basket. Un ex giocatore che ha recentemente reso omaggio alla leggenda dei LA Lakers è stato Allen Iverson. Ha effettivamente scritto una lettera emotiva a Bryant.

La comunità del basket ha onorato Kobe Bryant

RELATO: LeBron James invia un messaggio straziante per onorare Kobe Bryant

I fan e coloro che erano vicini a Bryant hanno avuto molte ragioni per onorarlo recentemente. Il 23 agosto sarebbe stato il suo 42esimo compleanno. Inoltre, il giorno dopo era il 24 agosto (8-24), che simboleggia i due numeri che ha indossato durante la sua carriera NBA, il n. 8 e il n. 24.

L’NBA ha onorato Bryant e sua figlia Gianna recentemente, che è morta nell’incidente in elicottero con lui a gennaio, insieme ad altre sette persone. I Lakers hanno anche indossato maglie in onore di Bryant, e hanno twittato diversi tweet su di lui. Nike ha inoltre pubblicato diversi post sui social media in onore di Bryant per quello che stanno chiamando Mamba Week.

Molti hanno anche augurato a Bryant un buon compleanno, compreso il suo ex compagno di squadra nei Lakers, Pau Gasol.

“Con le lacrime agli occhi oggi”, Gasol ha postato su Instagram. “Vorrei tanto che tu fossi qui a festeggiare il tuo compleanno con le tue ragazze e la tua famiglia. Mi manchi tu e Gigi così tanto fratello. Sarò sempre grato per quanto hai influenzato la mia vita in tanti modi diversi.”

Lui e Allen Iverson erano leggende nella stessa epoca

RELATO: Pau Gasol ha inviato un messaggio emotivo di compleanno a Kobe Bryant

Bryant e Allen Iverson erano entrambi nella classe del draft NBA del 1996. Iverson è andato n. 1 assoluto, e Bryant è andato n. 13.

Entrambi alla fine sono diventati leggende NBA. Iverson è un Hall of Famer in quanto è stato il 1996-97 Rookie of the Year, il 2000-01 MVP, e un 11 volte All-Star. Iverson ha anche guidato l’NBA in rubate a partita tre volte e in punti a partita quattro volte. Alla fine ha avuto una media di 26,7 punti a partita e 6,2 assist nella sua carriera. La media di punti a partita di Iverson è la settima di tutti i tempi nella storia dell’NBA, e la sua media di rubate a partita (2,2) è la nona di tutti i tempi.

Bryant è anche un Hall of Famer, essendo stato 18 volte All-Star, MVP 2007-08, cinque volte campione NBA e due volte MVP delle NBA Finals. Ha anche guidato l’NBA in punti per partita due volte e ha guadagnato gli onori della squadra All-Defensive 12 volte. Bryant ha avuto una media di 25 punti a partita, 5,2 rimbalzi e 4,7 assist in carriera. Inoltre, i suoi 33.643 punti in carriera sono il quarto di tutti i tempi.

Iverson e Bryant hanno anche incontrato nelle finali NBA una volta nel 2001, quando i Lakers hanno sconfitto i Philadelphia 76ers in cinque partite per 4-1. Bryant aveva una media di 24,6 punti a partita, 7,8 rimbalzi e 5,8 assist nella serie, mentre Iverson aveva una media di 35,6 punti a partita e 5,6 rimbalzi.

Allen Iverson ha scritto una lettera emotiva a Kobe Bryant

Kobe Bryant (da sinistra) e Allen Iverson si scambiano qualche parola alla fine del quarto quarto di una partita delle finali NBA 2001 tra Lakers e 76ers. | Wally Skalij/Los Angeles Times via Getty Images

RELATO: Il motivo per cui Allen Iverson non ha mai sollevato pesi durante la sua carriera vi farà ridere

In un pezzo uscito il 24 agosto, Iverson ha scritto una lettera a Bryant su The Players’ Tribune.

“La prima volta che ti ho visto andare contro il Gesù Nero (Michael Jordan), quando avevi 18 anni, ho capito che eri un killer”, ha scritto Iverson. “È stato allora che ho capito che saresti diventato una leggenda in questo gioco. Stavi andando forte contro Mike quella notte. Nessuna paura di sorta. Voglio dire, sapevo, passandoti davanti nel traffico durante gli anni, che eri un cane. Ma quando ti ho visto attaccare Gesù Nero in quel modo? Ecco quando ho capito che eri uno spirito affine”

Iverson ha anche scritto: “Non sei più su questa terra, ma non te ne sei neanche andato. Basta dire il nome Kobe Bryant e i ricordi tornano in una frazione di secondo. Posso vederti puntare il dito in aria, camminando fuori dal campo dopo aver fatto cadere 81 su Toronto. Ti vedo saltare in aria proprio come MJ dopo aver vinto il titolo”

Per chiudere la lettera, Iverson ha detto: “Non so davvero come dire addio a una leggenda dell’NBA, un padre, un marito, un amico. Non ho davvero le parole. So solo che… ti voglio bene, fratello”

Allen Iverson e Kobe Bryant sono leggende dell’NBA. Anche il loro rispetto reciproco era evidente.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.