ACEs

Di: Karl-Ludwig Poggemann

Tutti passiamo attraverso lo stress da bambini. I nostri genitori ci sgridano o ci deludono, falliamo in qualcosa a cui tenevamo, o dobbiamo cambiare casa o perdere un amico. Queste esperienze ci aiutano a crescere e a diventare resilienti.

Ma le esperienze avverse dell’infanzia non sono qualcosa da cui un bambino può semplicemente riprendersi. Sono troppo travolgenti e spaventose, o sono situazioni che vedono un bambino privo di qualsiasi supporto reale.

Che cosa sono le esperienze avverse dell’infanzia (ACEs)

Le esperienze avverse dell’infanzia (ACEs) sono un insieme identificato di dieci traumi continui che preparano un bambino ad avere difficoltà sanitarie e sociali da adulto.

Le ACE sono nate da uno studio di ricerca americano su larga scala sulla salute pubblica, l’Adverse Childhood Experiences Study (studio ACE). L’idea dello studio è stata innescata quando un medico che gestiva un programma sull’obesità ha scoperto che la maggior parte dei suoi clienti aveva subito abusi sessuali nell’infanzia. Perché non c’era più ricerca sul legame tra infanzia difficile e problemi di salute?

Il risultato di questo momento lampadina è stato alla fine un sondaggio in corso, il grosso del quale ha avuto luogo tra il 1995 e il 1997. Più di 17.000 persone con problemi di salute sono state interrogate sulla loro infanzia. Questi soggetti sono ancora sotto sorveglianza continua, mentre impariamo sempre di più su ciò che l’avversità infantile significa non solo per la salute degli adulti, ma per la nostra stessa mortalità.

A cura di: Rinet IT Australia

Quali tipi di traumi sono considerati ACE?

Lo studio ACE originale ha esaminato le seguenti 10 esperienze avverse:

  • genitori che divorziano o si separano
  • vivere con un genitore che è depresso o soffre di malattie mentali
  • vivere con un genitore che è un drogato (alcool, droghe, o altro)
  • essere testimone che tua madre viene abusata o maltrattata
  • abuso verbale/abuso emotivo e umiliazione
  • trascuratezza emotiva
  • trascuratezza fisica
  • abuso fisico
  • abuso sessuale
  • un membro della famiglia va in prigione.

In realtà è comune avere alcuni o diversi ACE piuttosto che uno solo. Più del 12% dei partecipanti allo studio originale, per esempio, ha ottenuto quattro o più ACE.

Dallo studio, altre ricerche suggeriscono che altre esperienze traumatiche dovrebbero essere prese in considerazione, tra cui:

  • la morte di un genitore
  • crescere in povertà o in una comunità violenta
  • vedere un fratello abusato
  • essere vittima di bullismo da un compagno di classe o un insegnante.

Posso fare il test ACE?

Lo studio originale è stato ridotto a un test di dieci domande usato da alcune istituzioni americane e ampiamente disponibile su internet.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha anche sviluppato un questionario di screening ACE dell’OMS più completo, con 43 domande, che include effettivamente il bullismo tra pari e l’esposizione alla violenza della comunità.

Perché gli ACE sono così potenti?

che cosa sono le esperienze avverse dell'infanzia

di: Lachlan Hardy

Sperimentare continue avversità da bambino influenza lo sviluppo del tuo cervello e il modo in cui il tuo corpo reagisce allo stress.

Se esistesse un ‘termostato dello stress del corpo’, è come se troppi ACE mettessero l’impostazione su un massimo permanente.

Un’alta risposta allo stress significa che è più probabile che ti impegni in comportamenti che mettono a rischio la tua salute, come il fumo, la promiscuità e l’abuso di sostanze.

È anche più probabile che tu soffra di ansia e depressione.

Lo studio ha trovato uno scioccante aumento del tremila per cento di tentativi di suicidio quando si guardano le statistiche di quelle classifiche con oltre sei ACE.

Se il tuo corpo è costantemente sommerso dagli ormoni dello stress, la risposta infiammatoria del tuo corpo è troppo alta. E la scienza dimostra che l’infiammazione è una delle cause principali di molte malattie a lungo termine.

In effetti lo studio ACE collega la crescita in una famiglia difficile e l’essere trattati male a malattie croniche che includono cancro, malattie cardiache, ictus e diabete.

Cose da tenere a mente sui punteggi ACE

Lo studio ACE collega semplicemente la malattia in età adulta alle difficoltà dell’infanzia. Non prova affatto che sia l’unica ragione per cui ci ammaliamo da adulti. Né un risultato ACE alto è una garanzia che vi ammalerete presto.

I nostri corpi sono macchine uniche e complicate e persone diverse rispondono in modo diverso, anche a traumi e stress. E la genetica, e cose come l’esposizione alle tossine, causano anche la malattia.

Inoltre, ci sono cose che aiutano alcuni di noi a sviluppare resilienza nonostante gli ACE. Questo potrebbe essere un’esperienza positiva dell’infanzia controattiva, o il supporto da fuori casa, come un insegnante impegnato e premuroso o un amico di famiglia.

In effetti molte persone che hanno avuto un’infanzia difficile in qualche modo prosperano. Possibili ragioni per questo che i ricercatori stanno esaminando includono le differenze nei modi in cui maschi e femmine rispondono allo stress, e come le differenze nella codifica genetica influenzano il modo in cui ogni bambino reagirà allo stress.

Per esempio, una nuova ricerca indica un possibile “gene della sensibilità”, che può essere benefico se siamo cresciuti in ambienti di sostegno, ma portare ad ansia e nevroticismo altrimenti.

È possibile concludere, tuttavia, che gli ACE potrebbero rendere più probabile l’innesco di un’inclinazione genetica alla malattia.

Speranza nonostante un alto punteggio ACE?

Gli ultimi decenni di ricerca hanno finalmente cristallizzato un’ipotesi a lungo sostenuta che il cervello è in realtà plastica – può cambiare e raggrupparsi. Quindi anche se il tuo punteggio ACE è alto, e il tuo cervello è influenzato dal trauma, i miglioramenti sono possibili.

Le terapie della parola possono aiutare, specialmente quelle che creano una forte connessione tra cliente e terapeuta, come la terapia dello schema.

E nuovi tipi di interventi terapeutici si stanno dimostrando in grado di aiutare la plasticità del cervello e contrastare gli effetti del trauma anche dove altre forme di terapia hanno fallito.

Alcuni di questi strumenti vengono ora integrati nelle “terapie della terza ondata”. Questi strumenti includono:

  • desensibilizzazione e rielaborazione del movimento degli occhi (EMDR)
  • mindfulness
  • visualizzazione
  • lavoro del corpo/psicoterapia del corpo
  • meditazione e yoga.

Vuoi lavorare con un terapeuta che ha esperienza nell’aiutare i clienti con esperienze infantili avverse? Harley Therapy ti mette in contatto con terapeuti in diverse località del centro di Londra. Oppure prova il nostro sito in tutto il Regno Unito per terapisti che offrono terapia via Skype e consulenza telefonica.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.