Per alcuni di noi potrebbe sembrare che non sia passato quasi nessun tempo – possiamo ancora ricordare la nostra adolescenza come se fosse ieri, o forse abbiamo dei figli lì proprio ora? Allo stesso tempo, guardiamo avanti a quelli di nostra madre e sentiamo la saggezza dei nostri anni che si unisce in una forza e calma. O forse stiamo guardando i nostri genitori soffrire di degenerazione. Cosa c’è in tutto questo da imparare?

Proprio come ci sono tre tipi di corpo – vata, pitta e kapha – nella filosofia ayurvedica di 5000 anni fa della guarigione e della vita, queste energie si traducono anche nelle tre fasi della vita che tutti attraversiamo.

Il primo stadio è l’infanzia, governato prevalentemente dal dosha kapha (tipo di corpo); poi arriva la pubertà fino ai 50 anni, governata da pitta e infine c’è vata che è dai 50 anni in poi.

Mentre questi cambiamenti non avvengono improvvisamente durante la notte, piuttosto sono una transizione graduale in un periodo di tempo. È comunque utile essere consapevoli delle tre diverse fasi della vita in modo da poter apprezzare sia i punti di forza che le vulnerabilità man mano che cresciamo, invecchiamo e maturiamo. Essendo consapevoli di queste tre fasi, possiamo sforzarci di prevenire alcuni degli squilibri che sono inclini a sorgere in ogni periodo di tempo.

Infanzia: periodo kapha della vita (dalla nascita ai 16 anni circa)

Durante i primi anni di vita di un bambino, questi cresce e cambia rapidamente. In senso fisico, stanno costruendo nuovi tessuti, mettendo su peso e cambiando ogni giorno mentre il corpo cresce e si sviluppa. In media, un bambino raddoppia il suo peso alla nascita nei primi sei mesi. Durante questo periodo di rapida trasformazione, è un periodo di energia kapha.

Kapha regola il grasso corporeo, che è richiesto a secchiate durante questi primi anni. Naturalmente i bambini vorranno anche i cibi che i tipi di corpo kapha desiderano – cioè cibi dolci, radicanti e anabolici, per sostenere la fase di crescita. Anche se questi sono i bambini che tratto sempre perché hanno raffreddori e vampate costanti se non mangiano i cibi giusti.

Tipicamente, il dosha kapha è associato alle sensazioni di bagnato e pesante – e questo è il motivo per cui così tanti bambini hanno spesso nasi che colano, raffreddori, congestione, eccesso di muco e persino asma.

La prima cosa che dico alla mamma è che questi bambini dovrebbero evitare formaggio, yogurt, avocado, banana, latte freddo, gelato e yogurt. Mi guardano e dicono cosa darò da mangiare a mio figlio – ma quando questi alimenti vengono tolti dalla dieta le malattie infantili si risolvono rapidamente. È così che succede quando fai del cibo la tua medicina.

L’alimentazione è davvero importante in questi anni per sistemare le cose. Frutta fresca, verdura, legumi e cereali integrali sono ottimi per equilibrare kapha. Anche se ai bambini piccoli vengono spesso dati i biberon dopo la fine dell’allattamento, secondo l’Ayurveda è meglio limitare la quantità di grano, latticini e cibi dolci durante questi anni formativi.

Portare i bambini all’aperto ed essere fisicamente attivi è fondamentale in questa fase della vita. Nella nostra vita moderna, troppo spesso i bambini conducono stili di vita stagnanti e sedentari – trascorrendo troppe ore a guardare la TV o con la tecnologia. Anche solo portare i bambini fuori a giocare, fa bene per migliorare la circolazione e rafforzare gli organi e i tessuti del corpo.

Pitta time: età adulta (16-50)

Questo è il momento in cui stiamo digerendo e assimilando le nostre esperienze, lezioni, talenti e desideri. Stiamo diventando ambiziosi, appassionati, concentrati e lavoriamo duramente per raggiungere gli obiettivi e i desideri che ci poniamo – può anche essere un periodo focoso e competitivo.

Le cose a cui dobbiamo prestare attenzione ora sono problemi di indigestione, bruciori di stomaco e ulcere – per lo più causati dal passare troppo tempo a lavorare e non concedere abbastanza tempo a noi stessi. I principali farmaci dati di routine durante questa fase della vita sono quelli che riducono l’acido e il calore.

Questi sono anche gli anni in cui abbiamo più cose da fare – destreggiarsi tra lavoro, casa e cura dei bambini. La vita diventa così impegnativa che difficilmente abbiamo il tempo di occuparci dei nostri bisogni fisici ed emotivi, quindi la nostra salute spesso ne risente. Senti di poterti riferire a questo?

Buoni cibi che aiutano a bilanciare il nostro corpo, e la nostra mente, in questa fase sono cibi pitta-pacificanti come zucchine, cetrioli, coriandolo, finocchio, anguria, sedano, cavolo, pasta, fagioli mung, pasta, cavolo e mela che sono rinfrescanti e rilassanti. Anche se si è tentati di prendere il caffè quando si ha bisogno di accelerare il ritmo, è meglio tenerlo al minimo – insieme all’alcool e ai piatti piccanti, perché non è ciò di cui il corpo ha bisogno in questo momento.

Ora è il momento di portare equilibrio nella routine quotidiana. Rilassarsi e calmare la mente è fondamentale – un ottimo punto di partenza è lo yoga, la meditazione e gli esercizi di respirazione. In questa fase sento spesso i miei pazienti dire che hanno troppo da fare e che non c’è tempo per lo yoga e la meditazione, o che è troppo lento. Queste sono le persone che ne hanno bisogno più di ogni altra cosa.

Focalizzatevi su qualsiasi cosa vi rilassi, e vi tolga la mente dal lavoro e dal fare costantemente. La cura di sé è fondamentale e spesso trascurata durante questi anni emozionanti, ma difficili. Coltivare buone e sane abitudini ora vi aiuterà nella prossima fase della vita.

Tempo di Vata: maturazione (50+)

A questo punto avrete imparato molte delle lezioni della vita, conoscerete voi stessi – cosa vi spinge e vi fa sentire energici e felici – e speriamo che stiate portando molto di questo nelle vostre giornate ora.

Se non ti sei preso cura di te stesso durante le prime fasi della vita, è un buon momento per prestare particolare attenzione ora che il corpo è meno capace di rimbalzare e ringiovanire.

La fase finale della vita è governata da vata – che è leggero, freddo, secco, ruvido, mobile e sottile. Il modo in cui questo appare nel corpo è nella pelle secca; deterioramento delle ossa e dei muscoli; artrite e dolori articolari. Perdita di memoria e flessibilità cognitiva. Ci potrebbero anche essere più problemi digestivi come gonfiore e costipazione, così come sensibilità e intolleranze alimentari.

Troppo vata ha anche un impatto sulla capacità di rilassarsi, dormire o semplicemente spegnersi e ci sarà una perdita di concentrazione mentale e abilità.

Durante questi anni vogliamo mangiare cibi riscaldanti, radicanti, lubrificanti e stabilizzanti, per rimanere caldi e rallentare. Inoltre non c’è bisogno di mangiare tanto, perché la digestione è più debole in questo periodo – mangiare due volte al giorno è sufficiente.

Abhyanga, o auto-massaggio con olio caldo, può essere davvero benefico ora, così come la meditazione, gli esercizi di respirazione, l’esercizio leggero e le attività creative e rilassanti.

Se vuoi un po’ più di supporto personale con questo, e per trasformare la tua salute in sole quattro settimane, potresti prendere in considerazione il nostro 28 Day Detox and Restoration Program.

In alternativa, prova il nostro detox di sette giorni, lo puoi comprare qui, è tutto online con video e chat dal vivo, così puoi farlo da qualsiasi posto. Dopo soli sette giorni, sarai andato molto lontano per migliorare il metabolismo del tuo corpo, e accendere l’intelligenza innata del tuo corpo per autoregolarsi.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.