Obiettivo: Determinare i criteri diagnostici per la tubercolosi tra i pazienti negativi allo striscio di espettorato con bacilli acido-resistenti con tosse cronica, sulla base di sintomi, segni e semplici test di laboratorio.

Disegno: Uno studio prospettico di follow-up di due mesi.

Impostazione: Muhimbili Medical Centre, Dar es Salaam, Tanzania.

Soggetti: Centosettantotto pazienti consecutivi ammessi tra il 1° novembre 1994 e il 31 marzo 1995 con tosse cronica produttiva.

Principali misure di risultato: Negatività dello striscio dell’espettorato con bacilli acido-resistenti (AAFB) con TB, capacità discriminante dei parametri clinici e di laboratorio.

Risultati: Quarantatre (24,2%) erano positivi allo striscio dell’espettorato per i bacilli acido-resistenti (AAFB). In 90 (50,6%) pazienti, AAFB potrebbe essere isolato in campioni diversi dall’espettorato e in 45 (25,3%) nessun AAFB potrebbe essere isolato. In un’analisi univariata di tutti i sintomi, i segni e i risultati dei test di laboratorio, la tosse di quattro o più settimane, l’emottisi, la candidosi orale, il consolidamento del torace, il versamento pleurico, le opacità radiografiche del torace della zona media e della zona superiore erano significativamente diverse tra i pazienti TB e non TB negativi all’espettorato AAFB. L’analisi discriminante ha rivelato sei variabili altamente significative: Reazione di Mantoux, versamento pleurico, lesione di Kaposi, linfoadenopatia cervicale, linfonodo opaco, infiltrati CXR della zona media e superiore. Da queste variabili è stata derivata un’equazione per calcolare la probabilità che un paziente negativo allo striscio dell’espettorato avesse la tubercolosi. Poi è stato sviluppato un sistema di punteggio che ha classificato correttamente l’84% dei casi di pazienti negativi all’espettorato AAFB in tubercolosi o non tubercolosi.

Conclusione: In un paziente con espettorato AAFB negativo sospettato clinicamente di avere la tubercolosi, la reazione di Mantoux, la linfoadenopatia cervicale, i linfonodi opachi, l’assenza di infiltrazione della zona medio-inferiore sulla CXR e la presenza di versamento pleurico potrebbero essere utilizzati per la diagnosi presuntiva, ma non renderebbero inutile una prova terapeutica.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.