Se i membri della famiglia non sono proprietari o parzialmente proprietari della proprietà, sì. Nella maggior parte dei casi, basta seguire la procedura standard di sfratto per rimuovere un membro della famiglia da una delle vostre proprietà. Spesso avrete più successo con i membri della famiglia, e le relazioni familiari, se prima tentate altri mezzi per farli spostare; tuttavia, se avete esaurito tutti i tentativi educati per farli rinunciare alla proprietà, potreste aver bisogno di procedere con il processo di sfratto legale. Un avvocato può aiutarvi a capire le leggi locali che possono applicarsi alla vostra situazione.

Se il familiare vive nella vostra stessa casa, il processo può diventare imbarazzante e volatile. La prima cosa da capire è se è un vero inquilino o no. Se lo sono, allora si possono applicare le leggi standard per gli inquilini. Per mantenere i rapporti, potreste trovarvi in una situazione di “contanti per le chiavi” in cui li aiutate finanziariamente a traslocare in cambio del loro trasloco.

Sfratti di New York: Diritti dell’inquilino

A New York, come in molti stati, le leggi tra inquilino e proprietario spesso favoriscono il padrone di casa o la società di gestione della proprietà; tuttavia, gli inquilini di New York hanno dei diritti. Se ricevete un avviso di sfratto e non siete in ritardo con l’affitto e non credete di aver violato il vostro contratto, potreste voler assumere un avvocato che vi aiuti a combattere lo sfratto. Se non potete permettervi un avvocato, vi sarà utile cercare quali servizi legali gratuiti o a basso costo sono disponibili per voi.

Gli affitti a New York sono quasi i più alti della nazione. Se state pagando un affitto inferiore a quello dei vostri vicini, la vostra società di gestione immobiliare potrebbe voler aumentare il vostro affitto o farvi trasferire qualcun altro che pagherà un affitto più alto. Negli ultimi dieci anni circa a New York, alcuni proprietari hanno cercato di sfrattare gli inquilini per aumentare gli affitti. Anche se questo potrebbe non essere quello che sta succedendo a voi, dovreste sapere che è una tattica comune nel vostro stato. Molti affittuari finiscono addirittura per decidere di prendere un “buyout” come incentivo per trasferirsi.

Ecco le risposte ad alcune domande comuni che potreste avere:

Quanti mesi bisogna essere indietro con l’affitto per essere sfrattati?
In molti casi, un proprietario può iniziare il processo di sfratto non appena siete in ritardo con il pagamento dell’affitto. Quando l’affitto è considerato in ritardo dovrebbe essere definito nel vostro contratto di locazione. Generalmente, è cinque giorni dopo la data di scadenza dell’affitto, che è spesso il primo del mese. È a vostro favore avvisare il padrone di casa non appena sapete che potreste essere in ritardo nel pagamento dell’affitto e trovare un accordo di pagamento il prima possibile. Se viene deciso un accordo di pagamento, mettilo per iscritto e attieniti al piano di pagamento.

Cosa non può fare un padrone di casa per cercare di farmi spostare?
Alcuni padroni di casa possono tentare tattiche aggressive, spesso chiamate “sfratti autogestiti” per cercare di farti spostare. Gli sfratti legali devono seguire le leggi di sfratto statali e locali. I padroni di casa generalmente non possono senza un ordine del tribunale:

  • Cambiare le serrature
  • Barricare o bloccare le porte
  • Togliere i servizi o l’acqua
  • Rimuovere i tuoi mobili o le tue proprietà

Quale protezione ho dallo sfratto?
La maggior parte delle aree hanno leggi che proteggono dagli sfratti per motivi come la discriminazione basata su etnia, sesso, età, religione, stato civile e altro. In alcune aree si può anche avere qualche motivo per combattere uno sfratto se il padrone di casa non ha mantenuto la proprietà abitabile. Se il padrone di casa non ha seguito il corretto processo di sfratto, si può anche avere una difesa. In questi casi, è meglio consultarsi con un avvocato locale specializzato nelle leggi tra proprietario e inquilino.

Che cos’è il “cash for keys?”
Questa tattica sta diventando abbastanza comune nelle regioni ad alto reddito come New York. A volte un padrone di casa può cercare di invogliarvi a trasferirvi con un incentivo in denaro. Nelle zone dello stato di New York, l’incentivo può essere di migliaia di dollari. Questa è una strategia che alcuni proprietari usano per cercare di farti muovere più velocemente senza passare attraverso il processo formale di sfratto. Si chiama “cash for keys”, perché loro ti danno i soldi e tu gli dai le chiavi e rinunci ai diritti sull’affitto.

I padroni di casa possono sfrattarmi senza un motivo?
Nelle aree ad affitto controllato, spesso hanno bisogno di un motivo. Se non sono vincolati dalle leggi locali sul controllo degli affitti, spesso possono chiederti di trasferirti o liberarti senza motivo. Nella maggior parte delle aree, devono darti un preavviso di 30 o 60 giorni.

Cosa succede se vengo sfrattato?
Se non ti muovi da solo, uno sceriffo locale o un marshal ti accompagnerà fuori dalla proprietà. A questo punto del processo, se non ti muovi o non sei lì quando lo sceriffo arriva, possono cambiare le serrature e confiscare i tuoi beni. Le vostre cose sono spesso immagazzinate e dovete pagare le spese di deposito per riavere la vostra proprietà. Uno sfratto sui vostri registri di affitto può rendervi difficile affittare un’altra proprietà.

Per saperne di più sui diritti di sfratto di base, consultate il nostro centro di aiuto legale per gli inquilini.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.