Verdura e frutta biologica fresca su tavolo di legno. Composizione orizzontale.

1 min

Fumatori, ex fumatori e lavoratori dell’amianto dovrebbero evitare integratori isolati di beta-carotene a causa delle prove che potrebbero aumentare il rischio di cancro ai polmoni. Uno degli studi che ha portato a questa conclusione è stato condotto in Finlandia dal National Cancer Institute (NCI) degli Stati Uniti e dal National Public Health Institute della Finlandia. Ha trovato il 18 per cento in più di tumori ai polmoni e l’otto per cento in più di decessi complessivi tra 29.133 fumatori maschi a cui è stato dato un supplemento contenente 20 mg di beta-carotene e 50 mg di vitamina E.

Un secondo studio finanziato dal NCI ha trovato il 28 per cento in più di tumori ai polmoni e il 17 per cento in più di decessi tra gli adulti che prendevano supplementi di beta-carotene e vitamina E. Questo studio ha incluso 14.254 uomini e donne tra i 50 e i 69 anni che erano fumatori o ex fumatori e 4.060 uomini tra i 45 e i 69 anni che erano stati esposti all’amianto sul lavoro.

Un terzo studio, che ha coinvolto 22.071 medici statunitensi maschi, l’11% dei quali fumatori, non ha mostrato né benefici né danni nel gruppo che ha preso il beta-carotene.
Nessuno di questi risultati suggerisce che gli integratori di beta-carotene causano il cancro ai polmoni, ma indicano che non aiutano a prevenirlo quando il fumo è un fattore di rischio.

Tuttavia, l’evidenza scientifica mostra che le persone che mangiano molta frutta e verdura contenente beta-carotene hanno meno probabilità di sviluppare il cancro e le malattie cardiache – che fumino o meno. Nessuno suggerisce che i fumatori e gli ex fumatori evitino questi alimenti, che includono pesche, meloni, mango, patate dolci, zucca, pomodori e verdure a foglia scura.

Quello che gli studi illustrano è la follia di confondere un micronutriente isolato con gli alimenti che lo contengono. Probabilmente è l’intera famiglia di pigmenti carotenoidi che lavora insieme per ridurre i rischi di cancro, non uno solo.

Se suo marito non può o non vuole mangiare abbastanza frutta e verdura, può prendere un integratore che fornisce carotenoidi misti nelle proporzioni in cui si trovano in frutta e verdura. Raccomando un multivitaminico quotidiano contenente 15.000 UI di carotenoidi misti.

Andrew Weil, M.D.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.