Scopo: Lo stato dell’anno 2015 del profilo del servizio di assistenza oculistica nei paesi del sud-est asiatico è stato confrontato con i dati del 2010 per determinare lo stato di preparazione per raggiungere il piano d’azione globale dell’Organizzazione mondiale della sanità 2019.

Metodi: Le informazioni sono state raccolte dalle cattedre nazionali dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità e dai recenti articoli di riferimento di PubMed. I dati includevano i seguenti: prevalenza della cecità e dell’ipovisione, politica nazionale sulla salute degli occhi, spese per la salute degli occhi, presenza di organizzazioni non governative internazionali, densità di personale sanitario per gli occhi e tasso e copertura degli interventi di cataratta. Gli ultimi due parametri chiave sono stati confrontati con i dati del 2010.

Risultati: Dieci degli 11 presidenti di paese hanno condiviso le informazioni e sono state valutate 28 pubblicazioni con riferimento a PubMed. La prevalenza della cecità era più bassa in Bhutan e più alta a Timor Est. Il tasso di chirurgia della cataratta era alto in India e Sri Lanka. La copertura chirurgica della cataratta era alta in Thailandia e nello Sri Lanka. Nonostante l’aumento del numero di oftalmologi in tutti i paesi (eccetto Timor-Leste), il rapporto della popolazione era adeguato (1:100.000) solo in 4 dei 10 paesi (Bhutan, India, Maldive e Thailandia), ma questo non ha beneficiato molto a causa del divario ineguale urbano-rurale.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.