Questo articolo non cita alcuna fonte. Si prega di aiutare a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso.
Trova le fonti: “Alternate picking” – notizie – giornali – libri – scholar – JSTOR (novembre 2020) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio modello)

Alternate picking è una tecnica di suonare la chitarra che impiega alternando colpi verso il basso e verso l’alto in modo continuo. Se la tecnica viene eseguita ad alta velocità su una singola corda o su un corso di voce della stessa nota, può essere chiamata “tremolo picking” o “double picking”.

Un buon alternate picking comporta un continuo movimento verso il basso o verso l’alto della mano che pizzica, anche quando non si pizzica una nota (eccetto quando la lacuna dura più di un movimento completo verso l’alto o verso il basso). In questo modo, una battuta ascendente (come un’ottava pari o, a ritmi più veloci, un sedicesimo) sarà sempre suonata con un colpo di plettro verso l’alto, mentre le battute discendenti sono sempre suonate con colpi di plettro verso il basso. Questo permette l’incorporazione fluida di note basate sul legato come hammer-on e/o pull-off nel mezzo delle frasi scelte.

La tecnica ha molti vantaggi e alcuni svantaggi, in gran parte a seconda dei lick che il chitarrista sta cercando di suonare. Per esempio, durante i passaggi veloci, il picking alternato è necessario per evitare che il braccio del plettro si stanchi. A tempi molto alti, l’alternate picking è essenzialmente necessario, poiché tecniche come il downpicking sono rese impraticabili.

La maggior parte dei passaggi scalari sono più facilmente suonati usando l’alternate picking. Allo stesso modo, i complessi e sincopati pattern di chitarra ritmica che si trovano nel death metal richiedono una buona tecnica di alternate picking per suonare velocemente e accuratamente.

D’altra parte, i grandi arpeggi (specialmente quelli che si estendono per più di un’ottava) sono molto difficili da suonare usando il puro alternate picking e quasi impossibili da suonare a grandi velocità, motivo per cui molti chitarristi scelgono di impiegare lo sweep picking per suonare questi arpeggi (ad esempio Glenn Tipton, K. K. Downing, Frank Gambale & Mario Parga). Allo stesso modo, alcuni tipi di lick sono più facili se suonati usando tecniche specializzate come il legato, l’economy picking (un ibrido di alternate e sweep picking) o il tapping.

Nonostante alcuni dei ben noti svantaggi di questa tecnica, alcuni chitarristi (come Al Di Meola, Steve Morse) enfatizzano l’uso quasi esclusivo dell’alternate picking, anche in situazioni in cui un’altra tecnica sarebbe più facile, sostenendo che il puro alternate picking porta ad un suono più coerente e permette un maggiore controllo del tono.

L’alternate picking può essere sentito in quasi tutti gli stili di musica per chitarra, dal jazz e bluegrass, all’heavy metal. Victor Wooten usa il pollice per l’alternate picking, come mostrato nel suo DVD “Super Bass Solo Technique”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.