Background: Le papille gustative sono gruppi di sottili cellule epiteliali che ricevono stimoli chimici dall’ambiente esterno (orale). In contrasto con le ampie e ben documentate informazioni sulla morfologia delle papille gustative nell’uomo e negli animali adulti, ci sono solo pochi rapporti su quelle fetali, e gli studi ultrastrutturali delle papille gustative umane prenatali mancano completamente. Pertanto, la presente indagine è stata condotta per studiare il primordio delle papille gustative, i suoi cambiamenti morfologici tra cui la sinaptogenesi, la differenziazione cellulare e la formazione dei pori gustativi dal momento dell’inizio della formazione delle papille gustative intorno all’8° settimana fino alla 15° settimana postovulatoria.

Metodi: I primordi delle papille gustative di 42 lingue embrionali/fetali umane sono stati esaminati per mezzo della microscopia elettronica a trasmissione.

Risultati: Le fibre nervose si avvicinano all’epitelio linguale tra la 6° e la 7° settimana postovulatoria. Penetrano nella lamina basale durante l’ottava settimana e formano sinapsi con cellule epiteliali poco differenziate e allungate. Entro la 12° settimana, si vedono tipi di cellule più differenziate: 1) cellule dense di elettroni che assomigliano alle cellule di tipo III della papilla gustativa adulta, contenenti un gran numero di vescicole dense (80-150 nm di diametro); 2) cellule scure di elettroni con reticolo endoplasmatico ben sviluppato e molti mitocondri apicali, essendo candidate a cellule di tipo II. Basalmente, queste cellule hanno processi simili a piedi che contengono vescicole dense (120-200 nm di diametro), ma non fanno sinapsi con le fibre nervose. Le cellule di tipo I, caratterizzate da granuli secretori densi situati apicalmente, non sono osservate. I primi solchi poco profondi sopra il primordio delle papille gustative si trovano intorno alla decima settimana. Processi cellulari apicali non tipicamente differenziati si estendono sulla superficie. La maggior parte dei pori gustativi si sviluppa intorno alla 14°-15° settimana. Nella fossa gustativa, il materiale mucoso non è presente durante le prime 15 settimane di gestazione. Le sinapsi tra le cellule e le fibre nervose afferenti sono state trovate entro l’ottava settimana, raggiungendo un massimo intorno alla 12°-13° settimana.

Conclusioni: La precoce presenza di cellule delle papille gustative che contengono vescicole denso-cannellate suggerisce una funzione almeno duplice delle papille gustative embrionali/fetali: In primo luogo, dall’ottava fino alla quattordicesima settimana, le funzioni non gustative e paracrine dovrebbero essere considerate. Dopo la 14a settimana di gestazione, quando sono presenti i tipici pori gustativi, le papille gustative possono iniziare la loro funzione gustativa. Le cellule marginali differenziate sono probabilmente coinvolte nella formazione del poro gustativo. La mancanza di cellule di tipo I che producono il materiale mucoso nel poro gustativo indica che la papilla gustativa non ha raggiunto una funzione completamente sviluppata fino alla 15a settimana di gestazione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.