Quando si guarda alle tendenze del blogging per i prossimi anni, si tratta più di vedere quali cose continueranno ad essere importanti piuttosto che adottare cose completamente nuove. Le tendenze del blogging consistono più nel sapere cosa funziona e nel migliorare quelle cose.

In questo articolo, esamineremo le tendenze del blogging più importanti che dovreste conoscere nel 2020. Potreste già fare alcune di queste, mentre altre potrebbero non essere ancora iniziate. Non solo metteremo queste tendenze sul tuo radar, ma ti daremo indicazioni su come iniziare con ognuna di esse.

Andiamo a farlo!

Segui un piano di Content Marketing con i cluster di argomenti

Il blog potrebbe essere solo uno dei rami di un piano di marketing, ma è sicuramente uno dei più importanti. Creare post sul blog senza un piano prestabilito non è più sufficiente, soprattutto se si vuole avere successo. Con un piano di content marketing, il tuo blog può avere degli obiettivi, un ordine e un sistema. Quando si creano i post del blog secondo un piano con gruppi di argomenti, non solo il tuo blog sarà migliore, ma anche il tuo business. Di tutte le tendenze del blogging per il 2020, questa è la più importante e quella che aiuterà il tuo blog a migliorare di più.

Gli aspetti principali di una strategia di cluster di argomenti per un piano di content marketing sono le pagine pilastro e i cluster di argomenti. L’idea è che tutto il contenuto del tuo blog sia organizzato in pochi argomenti principali. Tutti gli argomenti sono impostati come cluster, con la pagina principale, chiamata pagina pilastro, collegata a e da una serie di diversi tipi di contenuti. Continua a leggere per alcuni suggerimenti e risorse su come iniziare con questa strategia.

Come impostare una strategia di cluster di argomenti

Una delle migliori risorse online per imparare a creare cluster di argomenti è il blog Hubspot. Se vuoi andare fino in fondo e imparare da zero, potresti anche prendere la certificazione gratuita Hubspot Content Marketing dove puoi ottenere tutti gli strumenti per creare i tuoi cluster di contenuti e le tue pagine pilastro. Ti danno gli strumenti sia per iniziare con un blog vuoto che per ottimizzare il tuo contenuto esistente.

Il video qui sotto ti darà una rapida panoramica di come questa strategia è impostata e come funziona. Se decidete di intraprendere una qualsiasi delle tendenze in questo articolo, vi suggeriamo di affrontare questa.

Pubblica diversi tipi di contenuti long-form

I contenuti long-form sono ancora la vostra migliore scommessa per la lunghezza dei contenuti che pubblicate. Ma non limitarti a un solo tipo di contenuto long-form, usa una varietà di stili diversi.

Per esempio, prova questi diversi tipi:

  • Roundup di esperti
  • Guide esclusive
  • Liste di risorse
  • Migliori elenchi
  • Previsioni sulle tendenze
  • Case study
  • Ricerca-Articoli basati sulla ricerca
  • Rapporti annuali

Il contenuto di forma lunga è un articolo di almeno 1200 parole. In alcuni casi, può anche essere di 5000 parole o più. Tutto dipende dalla qualità del contenuto che includete. Il trucco è quello di non aggiungere alcun fluff al fine di rendere il contenuto long-form veramente prezioso.

Il contenuto di buona qualità è ancora il re, quindi tutto nel tuo articolo long-form deve avere valore per i tuoi lettori. Al fine di rendere più facile per loro seguire il contenuto, includere un menu pop-up galleggiante nella parte superiore. In questo modo possono navigare più facilmente nell’articolo, vedere cosa viene dopo, o saltare alla fine.

Come sapere che tipo di contenuto long-form pubblicare

La lista sopra ha 8 idee. Questo è un po’ opprimente. Non cercare di affrontare tutte queste idee, scegline solo una o due. Ma come? Guarda indietro al primo passo, il piano di content marketing. Il vostro gruppo di argomenti, insieme a ciò che sapete dei vostri lettori vi aiuterà a decidere quale tipo di contenuto di forma lunga creare.

Per esempio, se il vostro blog è per professionisti, una raccolta di esperti con consigli di alta qualità su come fare affari nel vostro settore porterà molto valore ai vostri lettori. Se il tuo blog è di natura educativa, una guida definitiva su un argomento che i tuoi lettori vogliono conoscere meglio sarà una grande risorsa per loro. Gli articoli di ricerca di lunga forma andranno bene sui blog editoriali e degni di nota. I blog SaaS e B2B sono perfetti per i case studies, i blog di viaggi sono ottimi per i Best of Lists.

Sempre link a contenuti di terze parti rilevanti

Gli articoli di forma lunga sono lo stato reale ideale per inserire backlinks ai vostri siti e blog preferiti. Assicurati di collegarti solo a siti con una buona reputazione. Nelle roundup di esperti, linkate i siti dei vostri esperti, negli elenchi di risorse offrite link a quelle risorse. L’aggiunta di link di terzi aggiungerà più valore al tuo contenuto, a condizione che siano affidabili. Prima di aggiungere un link, controlla l’autorità di dominio del sito web su un sito come Moz o SmallSeoTools. Collegarsi a siti con un’alta autorità di dominio migliorerà il vostro DA e il team del sito che avete collegato sarà contento di averlo fatto.

Il video qui sotto di Ninja Outreach dà ottimi consigli su come usare il loro strumento per mettere insieme un round-up di esperti.

Riporre il contenuto del vostro blog come infografiche e video

Il contenuto di forma lunga è perfetto per essere riproposto in altri formati. Per esempio, è possibile utilizzare il contenuto per creare un’infografica visivamente ricca. Questa infografica può poi essere condivisa per ottenere backlink sia nei social media che in altri blog attraverso una campagna di outreach. Altri modi per riproporre il contenuto sono le newsletter, i post sui social media e, soprattutto, i video.

Riporre il contenuto è una tendenza facile da adottare nel blogging. Trovare i giusti formati di contenuto è qualcosa che devi provare finché non trovi quello che funziona meglio. Ricordate che il video è enorme nel 2020 e oltre. Basta dare un’occhiata a TikTok e a quanto è cresciuto!

Gli strumenti di cui hai bisogno per riproporre il contenuto in video

I tuoi video fatti da contenuti riproposti possono essere brevi da postare su TikTok, più lunghi da postare su YouTube o possono anche essere una trasmissione in diretta su Facebook. I video brevi possono essere creati come una serie, un numero di blog di forma lunga nello stesso cluster di argomenti può essere trasformato in una serie educativa su YouTube. Ci sono molti strumenti disponibili per creare video. Dalle app nei dispositivi palmari ai complessi software desktop. Nel blog di Elegant Themes abbiamo recensito alcuni software video che possono essere di aiuto:

  • OpenShot, The Open Source Video Editor: Panoramica e recensione
  • Iniziare con Adobe Rush – Facile montaggio e condivisione di video per cellulari
  • KineMaster Mobile Video Editor: Panoramica e recensione
  • Biteable per i video marketer: Una panoramica e recensione
  • Splice Video Editor: Una panoramica e una recensione

Cosa ti serve per creare infografiche dal contenuto esistente

I blog di forma lunga sono perfetti per creare infografiche. Se avete i mezzi, potete assumere un designer che le faccia per voi. In alternativa, è possibile utilizzare uno dei tanti strumenti di progettazione grafica disponibili online con l’aiuto di modelli infografici e widget. Trasformare un post del blog in un’infografica è semplice e facile da ripetere:

  1. Schematizza il contenuto in sezioni snackable.
  2. Accorcia il contenuto il più possibile per mantenere solo l’idea principale.
  3. Trova il modello giusto, potrebbe essere un confronto, una linea temporale, un diagramma di flusso o un elenco.
  4. Ricerca icone e widget che hanno a che fare con il contenuto.
  5. Metti tutto insieme con una combinazione di colori attraente.
  6. Pubblica l’infografica sul tuo sito e condividila su Pinterest e altri canali sociali.

Host una varietà di scrittori di contenuti

I blog possono utilizzare scrittori interni o una selezione di scrittori freelance. I blog più grandi di solito hanno un mix di entrambi. Oltre a questi scrittori, alcuni blog accettano anche scrittori ospiti. La tendenza del blogging per il 2020 che abbiamo visto funzionare per molti blog, è di avere una selezione di scrittori per scrivere diversi tipi di articoli.

Ospitando diversi tipi di scrittori, il vostro contenuto può essere arricchito da diverse voci e stili. La chiave di questa pratica è di essere choosy con gli scrittori che accettate. Guardate il contenuto che hanno scritto per altre pubblicazioni e considerate se si adatteranno al vostro marchio.

Come gestire un team di scrittori sul vostro sito WordPress

Una volta che sono saliti a bordo, date agli scrittori una formazione sulla voce del vostro marchio e su come sono formattati i vostri articoli. Se volete che scrivano regolarmente, potete dare loro un accesso limitato alla vostra dashboard di WordPress in modo che possano inviare le loro storie direttamente al vostro WordPress. Tenere traccia del flusso di lavoro dei vostri scrittori avrà bisogno di un team editoriale che controlli sempre il controllo della qualità e che mantenga il contenuto nella voce del marchio.

Ottimizzare per i Rich Snippets

I Rich snippets sono la migliore proprietà immobiliare su Google. Al fine di ottenere gli articoli del tuo blog in quel posto esclusivo, il contenuto deve essere ottimizzato per il SEO. L’ottimizzazione per i rich snippets coinvolge aspetti del SEO come l’intento di ricerca, le parole chiave brevi e lunghe, ponendo domande come farebbe un lettore e poi rispondendo in modo completo.

Formattate i vostri post come elenchi numerati con titoli correttamente ordinati. Usate uno strumento SEO come Yoast per aiutarvi con la densità delle parole chiave ecc. Ma non dimenticare di assicurarti di ricontrollare anche la grammatica e il messaggio in modo che il contenuto scorra bene.

Quando si tratta di tendenze del blogging, l’ottimizzazione per i rich snippets va oltre il “forse dovrei” e verso la categoria “dovrei assolutamente”.

Risorse per aiutarti a ottimizzare il tuo sito

L’ottimizzazione per i rich snippets è una grande tendenza ora e ci sono molte risorse online. Uno dei migliori articoli là fuori in questo momento è di Ann Smarty su Moz.com. Esamina tutti i dettagli che devi conoscere per ottimizzare il tuo sito per i rich snippets. Dalla ricerca e ottimizzazione delle parole chiave all’analisi dettagliata dei contenuti vecchi e nuovi. Il passo numero uno per ottimizzare per i rich snippets è quello di creare contenuti come elenchi numerati.

La certificazione di content marketing di Hubspot che ho menzionato sopra copre anche questa strategia e come procedere.

Iniziare con l’accessibilità se non l’hai già fatto

I post del blog, proprio come le pagine del tuo sito web, devono essere ottimizzati per la ricerca visiva, gli screen reader e il daltonismo. Fattori importanti sono l’alt text delle immagini, l’uso coscienzioso dei colori, l’assicurarsi che il testo sia controllato per la grammatica e il flusso.

L’accessibilità sul web si sta rapidamente spostando dallo stato di tendenza del blogging a una completa necessità. Se non hai ottimizzato il tuo blog per l’accessibilità, è il momento di iniziare e migliorare da lì.

Cose che devi fare per migliorare l’accessibilità

  • Fai attenzione agli schemi di colore per gli utenti daltonici.
  • Aggiungi sempre gli alt-tag alle tue immagini.
  • Assicurati che non ci siano errori grammaticali, questi confondono i lettori di schermo.
  • Quando fai video, aggiungi sottotitoli e titoli con didascalie chiuse.
  • Crea versioni audio scaricabili del tuo contenuto.

Rispondi ai commenti o liberatene

I commenti sono un po’ un campo minato nel blogging. Se il tuo blog è molto letto, la tua sezione commenti diventerà famosa per il suo potere di linkback. Se dover rispondere ai commenti non si adatta alla tua strategia, un’altra opzione è quella di non avere affatto una sezione commenti. Questa pratica sta diventando sempre più comune nei blog di tutte le dimensioni e nicchie. Togliere completamente la sezione dei commenti vi eviterà di dover rispondere a tutti. Questo può anche rendere il vostro contenuto più evergreen.

Il dibattito tra avere o non avere una sezione commenti su un blog è andato avanti per un po’. Questo articolo di Optinmoster copre tutte le basi del dibattito. Leggilo tutto per vedere perché o perché non sbarazzarsi della sezione commenti.

Fai sentire la tua sezione commenti come una comunità

Le persone che lasciano commenti si aspettano di ricevere una risposta, altrimenti, si sentiranno ignorate. Coltivare la tua sezione commenti mostra umanità e connessione. Chiedete ai vostri scrittori di rispondere ai commenti nei loro articoli o di avere una persona dedicata che lo faccia per tutti i post del blog. Imparate a conoscere le persone che lasciano i commenti, se notate che lasciano commenti regolarmente, connettetevi con loro. Quando iniziano le conversazioni nella tua sezione dei commenti, prendi parte e collabora. In questo modo ti conosceranno meglio.

Fai conoscenza con la visualizzazione dei dati

Nel corso del 2019, l’uso della visualizzazione dei dati nei contenuti del blog è diventato abbastanza popolare e non sembra andare via nel 2020. Ciò che una volta era considerato esclusivamente come grafici, diagrammi e complesse visualizzazioni di dati è ora una tendenza crescente. La visualizzazione dei dati sta diventando mainstream attraverso il movimento information is beautiful.

Quello che prima si vedeva soprattutto negli articoli giornalistici e nelle riviste di ricerca ora si sta facendo strada nei blog e nei siti web. Potete creare visualizzazioni di dati dei vostri contenuti come infografiche, slideshow o grafici per i social media. Allo stesso modo, è possibile includere DataViz in newsletter e relazioni annuali.

La visualizzazione dei dati come tendenza del blogging è abbastanza nuova per il blog mainstream ed è facile da adottare. Devi solo trovare gli strumenti giusti per crearli o trovare i designer giusti per crearli per te.

Tools To Add Visualization To Your Site

Carte e grafici sono solo la punta dell’iceberg quando si tratta di visualizzazione dei dati. Usa Google Data Studio per le visualizzazioni più semplici. Provate Visme per un po’ più di controllo sui vostri dati e imparate Tableu per creazioni più complesse. In alternativa, è possibile creare visualizzazioni di dati in stile artistico come quelle in questo articolo pubblicato da Visme.

Utilizzare la visualizzazione dei dati che corrisponde al vostro contenuto, non aggiungerla solo per il gusto di tenere il passo con le tendenze. Che ci crediate o no, quasi tutti i contenuti possono usare una visualizzazione di dati o un traino, specialmente i contenuti di lunga forma.

Pensieri finali

Le tendenze del blog sono cose divertenti. Non sono idee incastonate nella pietra o regole da seguire alla lettera. Sono più che altro suggerimenti che possono aiutare il tuo blog a migliorare e il tuo business a crescere. Da cose come l’aggiunta di chiamate all’azione e l’ottimizzazione per i rich snippet, queste tendenze di blogging per il 2020 sono cose che dovreste considerare di adottare indipendentemente dalle dimensioni del vostro blog. Quante di queste tendenze hai già adottato sul tuo blog e quali stai pensando di aggiungere? Fatecelo sapere nei commenti.

Immagine in evidenza da Sammby / .com

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.