La perdita dei capelli è tra i sintomi più angoscianti che vedo nel mio ufficio. Può creare un’estrema quantità di stress e indovina cosa fa male alla perdita dei capelli? Lo stress. Ma questo è solo uno dei molteplici motivi per cui potresti perdere i tuoi capelli.

La maggior parte delle donne che sono preoccupate per la perdita dei capelli stanno prendendo biotina, collagene o una serie di altri integratori per capelli/pelle/unghie. Il che va bene, la maggior parte di questi nutrienti sono ottimi per capelli più forti e vogliamo che ogni nuova crescita sia forte.

Ma dobbiamo sempre chiederci: perché sta cadendo in primo luogo?

Può non essere una carenza di biotina. Infatti mi azzarderei a dire che non si tratta affatto di biotina bassa. Biotina, collagene e altri nutrienti pro-capelli sono utili in quanto nutrono i nuovi capelli che crescono, ma il lavoro uno è capire perché sta cadendo e trattare che ASAP.

Così prima di spendere più soldi guadagnati duramente su un supplemento di capelli miracolo parliamo di alcune cause di root (wow, cattivo gioco di parole eh?) della tua perdita di capelli.

Primo, un po’ di crescita dei capelli 101:

Normalmente abbiamo circa 120.000-150.000 ciocche di capelli e perdiamo circa 100 capelli al giorno.

Di solito, in qualsiasi momento, circa il 90% di quei capelli sono in una fase di crescita, crescendo di circa 1/2 pollice ogni mese. Questa fase dura da due a tre anni.

Quando questo tempo è finito, i capelli vanno in una fase di riposo. Questo “riposo” dura da 3 a 4 mesi prima che i capelli cadano e vengano sostituiti da uno nuovo.

Quando questo processo viene interrotto si finisce per avere capelli più sottili, una maggiore perdita di capelli, una mancata ricrescita di nuovi capelli e tutto sommato un’esperienza super triste! Nessuno ama perdere i capelli ed è una grande fonte di turbamento per le donne con cui lavoro, ma sarò onesto, è spesso l’ultima cosa a cambiare quando lavoriamo per ottenere i vostri ormoni e il metabolismo più equilibrato. Semplicemente non è la priorità del tuo corpo.

Ma c’è un sacco di speranza! Sappi che ci vuole tempo e prima di tutto bisogna conoscere la causa della perdita di capelli. Questo è l’unico modo per affrontare il problema. Il tipo di perdita di capelli che hai (dappertutto, a chiazze, diradando, perdendo solo alle tempie, la mancanza di crescita di nuovi capelli dopo lo spargimento, ecc) indica la causa sottostante delle tue ciocche di spargimento. Quindi inizia sempre da lì.

Ulteriore perdita o spargimento eccessivo

Quando vedi più capelli nello scarico della doccia, nella tua spazzola per capelli o il tuo portacoda gira una volta in più all’improvviso questo è tipicamente bassa tiroide, alto stress o bassi estrogeni. Può anche essere l’infiammazione aumentata o stress ossidativo o come risultato di carenze di nutrienti soprattutto anemie (basso ferro, B12, ecc). Scaviamo in ognuno di questi.

Tiroide bassa

I follicoli dei capelli sono molto sensibili alla T4 e se non si converte la T4 in T3 in modo efficace si può facilmente avere la perdita di capelli. Questo è essenzialmente una sovrastimolazione del follicolo senza incoraggiare la crescita effettiva. Questo è uno dei motivi per cui la perdita di capelli è un effetto collaterale così comune dei farmaci T4 come Synthroid.

L’infiammazione può giocare nella perdita di capelli legati alla tiroide come può aumentare lo stress ossidativo quando la causa della tiroide bassa è Hashimoto o autoimmunità. L’attivazione immunitaria nella Hashimoto aumenta entrambe queste cause aggiuntive di perdita di capelli. Così come non è raro avere carenze multiple di nutrienti quando si ha una tiroide bassa che vanno dal ferro alla B12 a una serie di minerali tra cui zinco e selenio.

Estrogeni

Ogni donna che è stata incinta può testimoniare la caduta dei capelli post gravidanza. I capelli folti e pieni della gravidanza sono dovuti al fatto che ci sono molti estrogeni in giro e questo ormone mantiene i capelli nella loro fase di crescita più a lungo (o piuttosto ritarda la fase finale della vita dei capelli) in modo da non farli cadere così tanto.

Quando si è nel post-partum tutti gli estrogeni se ne vanno e si ha un massiccio spargimento quando quei capelli che erano quasi sospesi nel tempo iniziano a passare attraverso la normale fase finale di sviluppo, muoiono e cadono. Questo può essere allarmante, ma è molto tipico e salvo altri problemi ormonali in genere ricresce senza problemi.

Tenete a mente però che la gravidanza può causare anemia, alto stress (chiunque abbia vissuto con un neonato può attestare questo) e può peggiorare o spronare problemi di tiroide bassa o innescare Hashimoto (ipotiroidismo autoimmune) che possono tutti composti perdita di capelli o ostacolare la ricrescita.

La perdita di capelli a causa di estrogeni bassi può avvenire anche durante la menopausa e anche con estrogeni bassi a causa di ovulazione difettosa nelle donne con PCOS. Più sulla perdita di capelli specifica della PCOS tra un po’.

Ottieni una copia GRATUITA della mia Guida ai test di laboratorio &I tuoi ormoni

Questa guida copre i test ormonali e i modelli tiroidei e ti mostrerà come scoprire i problemi ormonali di infiammazione, anemia e zucchero nel sangue.

Ottieni qui la tua guida di laboratorio gratuita

Stress & Cortisolo

La scienza su come esattamente lo stress causi la perdita di capelli non è concreta, eppure molte donne riportano un’ulteriore perdita di capelli quando sono sotto stress. Quello che sembra accadere è che lo stress può causare più capelli per andare in fase di riposo (quindi, non crescono) e poi 3-4 mesi dopo cadono.

Ma quando ci fermiamo a pensarci, ha senso che lo stress influenzi la perdita di capelli perché sappiamo che gli ormoni dello stress elevati (cortisolo) possono rapidamente causare infiammazione, stress ossidativo e interruzioni in altri ormoni come il progesterone, estrogeni e tiroide che influenzano la perdita di capelli.

Inoltre, quello che tendiamo a dimenticare è che mentre è facile per la maggior parte delle donne riconoscere lo stress di tipo finanziario, emotivo o di sopraffazione, abbiamo anche stress interni metabolici e biochimici come anemia, infiammazione e carenze di nutrienti di cui spesso siamo meno consapevoli. Anche la dieta e l’esercizio fisico possono diventare stress. È noto che la dieta a basso contenuto calorico o l’esercizio fisico eccessivo sono comunemente associati alla perdita di capelli.

E poi cosa c’è di più stressante che perdere i capelli? Quindi c’è un po’ un circolo vizioso anche qui.

Pensaci in questo modo: se sei sotto qualche tipo di stress metabolico il tuo corpo saggiamente devia le risorse Vuole tenerti in vita e si preoccupa meno se hai bei capelli. Fastidioso? Forse, ma è anche salvavita.

Dieta povera & Cattiva digestione

Il ferro basso e la B12 bassa possono derivare da una varietà di cause tra cui autoimmunità, scarsa assunzione, esaurimento a causa di farmaci (es. antiacidi) o cattiva digestione e sono cause comuni di perdita di capelli. Ma altre carenze di nutrienti comuni possono sorgere come parte di una dieta meno che stellare bassa in zinco, proteine (soprattutto l’aminoacido lisina) o una carenza di vitamina B6 (un problema molto comune con le donne che prendono ormoni come la pillola anticoncezionale). Una carenza di vitamina D è stata anche collegata a un’eccessiva perdita di capelli, così come un’eccessiva assunzione di vitamina A (meno comune.)

Un intestino malsano è anche una fonte comune di infiammazione e questo da solo può contribuire alla perdita di capelli. Ma la mancanza di una robusta digestione e di un sano ambiente batterico intestinale non porterà solo a carenze di nutrienti che hanno un impatto sulla salute dei capelli, ma uno squilibrio che ha un impatto su tutti gli altri ormoni legati alla perdita dei capelli, come la tiroide bassa, il povero metabolismo degli estrogeni e il cortisolo elevato.

Perdita di capelli alle tempie e/o alla corona

Questa è la classica perdita di capelli di tipo maschile che può avvenire nelle donne con ormoni squilibrati. La perdita sulla fronte o sulla corona è tipicamente legata a problemi con il metabolismo degli estrogeni e l’eccesso di androgeni come il testosterone.

Il cattivo metabolismo degli estrogeni può verificarsi a causa di un impantanamento della biotrasformazione epatica (detossificazione AKA) o di un malsano equilibrio batterico intestinale. L’estroboloma è un sottoinsieme di batteri intestinali che sono fondamentali per il metabolismo degli estrogeni.

Testosterone se in eccesso generale come nella PCOS o quando si prende il testosterone sostitutivo o come risultato del metabolismo malsano del testosterone, anche comune anche in PCOS così come in menopausa, può causare questo modello di perdita di capelli.

Sostenere il metabolismo sano del testosterone con sostanze nutrienti come zinco ed erbe come saw palmetto, ortiche e semi di zucca può aiutare pure. Io uso questo prodotto nella mia pratica con grande successo.

Nota veloce sulla perdita di capelli PCOS

Come con la tiroide bassa, ci può essere una miriade di squilibri in gioco con la perdita di capelli PCOS correlate rendendolo un problema complesso che è spesso scritto fuori come semplicemente alto testosterone. Mentre l’eccesso di androgeni e l’ipersensibilità dei follicoli piliferi a questi ormoni sono parte del problema, questi sono altri fattori che contribuiscono alla perdita di capelli PCOS correlati pure:

  • Prolattina elevata (che aumenta ulteriormente gli androgeni)
  • Basso ferro o altri nutrienti come B12, zinco e B6 (specialmente se si prende la pillola)
  • Tiroide bassa
  • Autoimmunità
  • Infiammazione
  • Aumento dello stress ossidativo

Mentre questi fattori contribuiscono alla perdita di capelli per qualsiasi donna, è particolarmente rischioso per quelle di noi con PCOS perché quando il follicolo è esposto ai nostri androgeni elevati come il DHT (di-idro testosterone, un metabolita attivo del testosterone) viene danneggiato. Ogni volta che una cellula è danneggiata, genera uno stress ossidativo che altera ulteriormente il recettore degli androgeni nel follicolo, perpetuando il problema.

Questo stress ossidativo sfugge di mano soprattutto rapidamente quando siamo a corto di antiossidanti come il CoQ10, che è un problema significativo quando le donne prendono la pillola anticoncezionale, come molte donne con PCOS.

Quando una donna sta sperimentando la perdita di capelli e ha PCOS, lo spironolattone è spesso prescritto e può essere utile, ma è importante anche per affrontare tutti questi altri problemi quando si tratta di perdita di capelli correlati alla PCOS. È anche importante sapere che c’è solo una leggera correlazione tra testosterone elevato su un esame del sangue e perdita di capelli. Questo è probabilmente dovuto all’ipersensibilità del follicolo agli androgeni nella PCOS. Fondamentalmente otteniamo una reazione esagerata da una minore quantità di testosterone.

Ordina Hangry e ottieni subito dei bonus FANTASTICI!

Se ti sei mai sentito come una stronza Hangry e sei pronto a bilanciare i tuoi ormoni e a ripristinare la tua gioia in soli 5 semplici passi allora Hangry è per te!

OTTIENI I TUOI BONUS ORA

Che dire della crescita dei peli legati alla PCOS?

Quelli di noi con PCOS spesso hanno a che fare con l’irsutismo che è la crescita di peli grossolani e scuri su viso, braccia, basso stomaco ecc. Tuttavia, molte donne con PCOS soffrono anche di perdita di capelli sulla testa. Sì, lo so che questo può essere il più crudele dei destini ormonali.

Entrambi questi problemi di peluria sono legati all’eccesso di androgeni che fanno parte della PCOS. I nostri follicoli piliferi rispondono in modo eccessivo al testosterone creando sia la perdita che la crescita dei capelli. Questo perché i follicoli del viso tendono ad allungarsi e a crescere facendo sì che i capelli si blocchino e non cadano quando dovrebbero. Al contrario, i follicoli dei capelli del cuoio capelluto in realtà si restringono in risposta agli androgeni e i capelli possono cadere o semplicemente non essere come robusto.

C’è anche una diversa forma di enzima 5AR (5 alfa reduttasi) trovato sui follicoli dei capelli del viso vs. i follicoli dei capelli del cuoio capelluto. Questo enzima converte il testosterone in quel DHT più problematico. Il DHT di tipo I si trova nelle ghiandole sebacee del viso e della zona genitale, mentre il tipo II si trova nei follicoli piliferi del cuoio capelluto. Il DHT di tipo II è tipicamente più di un problema negli uomini, ma il tipo II è aumentato nei disturbi con testosterone alto come la PCOS.

L’attività del DHT è aumentata dall’insulina quindi la gravità della crescita e della perdita dei capelli dipende dalla sensibilità dei follicoli dei capelli di ogni donna agli androgeni. C’è una certa variabilità genetica così come la resistenza all’insulina varia da donna a donna.

Il take away? Mantenere lo zucchero nel sangue equilibrato e fare tutto il possibile per migliorare la sensibilità all’insulina. L’esercizio fisico è fondamentale, così come conoscere la tua tolleranza unica ai carboidrati. Questo prodotto contiene una serie di nutrienti per rafforzare la sensibilità all’insulina.

ERRORE: ID CTA INVALIDO

Infine, perdita di capelli a chiazze

La perdita a chiazze, significa che stai bene nella maggior parte delle aree della tua testa ma stai perdendo dei ciuffi da un’area specifica. Questo tipo di perdita di capelli può indicare un’infezione locale, ma può anche indicare una condizione autoimmune chiamata Aloepecia Areata.

Perché questa è spesso una condizione autoimmune, affrontare l’infiammazione e lo stress ossidativo è importante per risolvere anche questa difficile condizione. Questo può essere il più difficile di tutta la perdita di capelli da trattare quindi vi consiglio di ottenere l’aiuto di un professionista esperto per bilanciare il vostro sistema immunitario.

Se questo tipo di perdita può anche essere dovuto a infezioni fungine sul cuoio capelluto e uno shampoo con ketoconazolo può essere utile. Come pure considerare il sostegno del flusso di sangue e rafforzare il sistema immunitario.

Per riassumere: conoscere la causa della vostra perdita di capelli in modo da poter arrivare alla radice del problema. (Ugh, l’ho fatto di nuovo, vero?)

SalvaSalva

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.